Attualità

L'intervista a Tiziano Renzi

tiziano renzi indagato consip

Virginia Piccolillo sul Corriere della Sera di oggi intervista un visibilmente arrabbiato Tiziano Renzi: il padre di Matteo si fa sfuggire qualche battuta riguardo l’inchiesta Consip e rivela anche che l’uomo “misterioso” dell’incontro a Fiumicino e di cui il Fatto Quotidiano ha pubblicato gli scatti è Alessandro Comparetto, direttore generale della Fulmine Group: in un primo momento, abbiamo indicato in Michele Comparetto, presidente dell’azienda, la persona indicata da Renzi, che parlava di “sua azienda” nell’intervista.

Lui chi era?
«Si chiama Comparetto. Lo sa chi é? È il terzo gestore postale del Paese. La sua azienda, la Fulmine Group, riunisce 250 operatori del settore. Non è proprio un mister X».
Di cosa discutevate?
«Di la-vo-ro. Io mi occupo anche di spedizioni porta-a porta. Lui è un mio interlocutore. Ma voi vedete il male ovunque».
Ci parli dei suoi viaggi a Medjugorje che condivide con il suo amico Carlo Russo.
«Ecco lo vede. Mi dica un po’ lei se è normale? Poi dice: “Oh perché tu t’infuri?”».

tiziano renzi foto amico
La foto della persona che Tiziano Renzi ha incontrato all’aeroporto di Fiumicino sul Fatto Quotidiano (5 marzo 2017)

Tiziano Renzi è molto arrabbiato con la stampa («scrivete cose che non esistono, c’è anche il Quinto Potere…») e non fa nulla per nasconderlo.

Le sto facendo una domanda. Di Medjugorje lei dice di aver parlato al manager di Consip, Luigi Marroni, nel suo incontro a Santo Spirito.
«Io a Medjugorje lo sa da quando ci vado? Dal ‘93».
Durante la guerra in Jugoslavia?
«Sì. Partivamo da Rignano e portavamo aiuti alla povera gente. Ma guai a chiamarla Jugoslavia. È un posto che ho proprio nel cuore. Ma che ne sapete voi?».
Ma questa storia della statua della Madonna che ha chiesto a Marroni di mettere all’Ospedale Meyer ce la spiega? E poi all’ospedale c’è stata messa davvero?
«Questo non glielo posso dire perché c’è l’indagine».

Leggi sull’argomento: Roberto Bargilli: l’autista Billy diventato assessore che avvisò Russo di non chiamare Tiziano