Politica

Liliana Segre dà buca a Salvini

bastoni lega commissione odio lombardia segre - 3

Stamattina i giornali raccontavano che Matteo Salvini aveva deciso di organizzare un convegno sull’antisemitismo, che si svolgerà il 16 gennaio nella sala Zuccari di Palazzo Giustiniani e si era occupato persino di firmare gli inviti. Ma il piatto forte era l’invito a Liliana Segre, che dopo le ripetute figuracce del centrodestra a trazione Capitano-Meloni sulla commissione avrebbe così trovato il modo di fare pace con il Dinamico Duo. Ma la senatrice non ci sarà.

Liliana Segre dà buca a Salvini

«Interrompo la campagna elettorale in Emilia Romagna e in Calabria solo un giorno, giovedì 16, per presenziare al convegno, è una cosa a cui tengo molto», aveva raccontato il segretario della Lega nel giorno in cui ha lasciato Reggio Emilia per puntare verso l’altra campagna più a Sud: da Catanzaro a Crotone. Gli inviti ufficiali per l’incontro che avrà una connotazione «culturale e scientifica e non politica», tenevano a sottolineare dalla Lega, stavano partendo in queste ore, la gran parte lunedì. Esperti internazionali, alcuni intellettuali da Israele, direttori delle principali testate giornalistiche italiane, il sottosegretario alla Presidenza Riccardo Fraccaro (M5S), perché alla sua delega fa capo il comitato governativo per la celebrazione del Giorno della Memoria. Il segretario della Lega tirerà le conclusioni. L’idea del convegno, dopo l’incontro “segreto” con la Segre, è stata del braccio destro di Salvini Giancarlo Giorgetti.

salvini segre convegno

Ma Liliana Segre non parteciperà al convegno sulle nuove forme dell’antisemitismo organizzato a Roma dalla Lega il prossimo 16 gennaio. “Ho ricevuto l’invito ma nel mese di gennaio sono impegnatissima”, ha detto la senatrice a vita all’ANSA. E così l’occasione per far dimenticare le figuracce sulla commissione contro l’odio finiscono in vacca.

EDIT: L’AdnKronos riporta altre dichiarazioni di Liliana Segre:

“Caro collega, grazie dell’invito al convegno del 16 gennaio prossimo a Roma. Purtroppo non potrò partecipare perché una serie di impegni legati al Giorno della Memoria mi tratterranno a Milano tutto il mese”. Lo afferma la senatrice Liliana Segre in un messaggio trasmesso a Matteo Salvini, che l’aveva invitata a partecipare a un convegno sulla prevenzione dell’antisemitismo.

“Apprezzo l’iniziativa sull’antisemitismo, un problema che si riaffaccia virulento nelle cronache del nostro tempo in tanti Paesi d’Europa e del mondo intero. Ritengo però che non si debba mai disgiungere la lotta all’antisemitismo dalla più generale ripulsa del razzismo e del pregiudizio che cataloga le persone in base alle origini, alle caratteristiche fisiche, sessuali, culturali o religiose”. Lo afferma la senatrice Liliana Segre in un messaggio trasmesso a Matteo Salvini, che l’aveva invitata a partecipare a un convegno sulla prevenzione dell’antisemitismo. “Questa visione mi pare tanto più necessaria in questa fase storica, in cui le condizioni di disagio sociale spingono tanti ad indirizzare la propria rabbia verso un capro espiatorio, scambiando la diversità per minaccia – osserva la senatrice – Ricordo con piacere la convergenza delle nostre riflessioni sui rischi di imbarbarimento della società e sulla necessità di fare qualcosa, ciascuno nel proprio ambito ed a partire dalla propria sensibilità, per farvi argine”. “Confido che il vostro convegno potrà dare un contributo in questo senso e che anche nella Commissione contro lo hate speech deliberata dal Senato si potrà realizzare una fattiva collaborazione nell’interesse generale del Popolo Italiano”.

Leggi anche: Quando Salvini fu condannato per razzismo