Politica

La Corte dei conti indaga sui 20mila euro di Lemmetti per i viaggi in auto

gianni lemmetti andrea mazzillo

La procura regionale della Corte dei Conti ha aperto un’inchiesta sui rimborsi accordati all’assessore al Bilancio del Comune di Roma, Gianni Lemmetti, per andare a trovare in auto la famiglia a Camaiore(Lucca). Si tratta di 19.618 euro spesi tra gennaio 2018 e giugno scorso. «Somme percepite nel rispetto della legge», ha sostenuto Lemmetti giorni fa su Facebook per poi prendersela con i Poteri Forti che lo attaccano.

La Corte dei conti indaga sui 20mila euro di Lemmetti per i viaggi in auto

Per i magistrati di via Baiamonti, invece, la vicenda non è così lineare, tanto che, scrive oggi il Corriere Roma che aveva sollevato il caso sabato scorso, potrebbero decidere di convocare l’assessore a breve. Secondo il quotidiano le trasferte in provincia di Lucca non hanno a che vedere con il lavoro in Campidoglio:

Sono visite alla famiglia del tutto personali e che dunque non dovrebbero essere pagate attraverso soldi pubblici. Così non è stato finora. Da gennaio 2018 (Lemmetti era in carica da agosto dell’anno precedente) fino a giugno di quest’anno le spese per «vettura o trasporto» a carico del bilancio capitolino ammontano a 19mila 618euro, si diceva: 11mila euro nel 2018 (1.106,99 a gennaio, 2.158,90 euro a febbraio, 1.932,94 ad aprile…) e poi 8 mila 500 euro fino appunto a giugno di quest’anno (di cui 3.009,73 euro a febbraio e 1.939,36 a marzo). Si tratta di cifre comparse sul sito del Comune di Roma.

gianni lemmetti spese auto 1
Il dettaglio delle spese degli assessori nel primo trimestre 2019

I magistrati, coordinati dal procuratore contabile Andrea Lupi, dovranno analizzare le carte del Campidoglio e potrebbero decidere di ascoltare Lemmetti nei prossimi giorni. In modo da ricostruire l’origine di questo capitolo di spesa. È autorizzato? A che titolo visto che si tratta di spese personali? Fra le vicende più recenti e che hanno coinvolto direttamente il Campidoglio viene in mente quella delle cene dell’allora sindaco Ignazio Marino. Era il 2015 e in quel caso l’inchiesta partì da un esposto dell’opposizione, all’epoca furono Fratelli d’Italia e il MoVimento 5 Stelle a puntare il dito contro il chirurgo dem per quelle 56 cene a carico del Comune. Il totale era di circa 12mila euro e Marino sostenne che si trattava di rimborsi per cene istituzionali.

I rimborsi spese di Lemmetti per i viaggi a Lucca

I rimborsi accordati a Lemmetti,spiega il Comune, corrisponde al costo inferiore fra i seguenti tre: costo al chilometro da tabella Aci dell’auto privata, costo al chilometro da tabella Aci di un’auto del Campidoglio (come una Lancia Y)e 1/5 del costo di un litro di benzina verde. Considerati il rimborso di 0,30 centesimi al chilometro scelto dal Comune e la distanza tra Roma e Camaiore (Lucca) di circa 380 chilometri, il costo di un viaggio di andata e ritorno sarebbe di 228 euro, a cui sarebbero da aggiungere circa 120 euro di pedaggio autostradale. Ovvero 350 euro al viaggio, corrispondente a 1400 euro per quattro viaggi (circa) al mese.

gianni lemmetti

Lemmetti ne ha spesi 8500 euro da gennaio a giugno di quest’anno. Ovvero in media proprio 1416 euro al mese. Anche se il totale per mese è variabile: a febbraio ne ha spesi 3000, a marzo 2000.

Leggi anche: Il Giornale, Lampedusa e la bufala della strage dei porti aperti