Politica

Lello Ciampolillo: il M5S vuole cacciare un altro senatore

ciampolillo xylella sapone onde elettromagnetiche - 2

Il senatore del MoVimento 5 Stelle Lello Ciampolillo è un indiscutibile protagonista della battaglia grillina contro i professoroni che si credono di saper tutto: per questo tra le sue gesta in parlamento è rimasta nella memoria di tutti la proposta di curare la xylella con le onde elettromagnetiche e il sapone. Eppure, scrive oggi il Corriere della Sera, cotanto esponente di genio sarebbe a rischio nel M5S Senato:

Il Movimento affronta spesso le critiche interne con uno strumento piuttosto deciso: le espulsioni. Sono appena state cacciate Veronica Giannone e Gloria Vizzini, che non avevano partecipato al voto sul primo decreto Sicurezza. E non è escluso che si proceda con altre. Finora sono state nove le espulsioni, ma ne sarebbe in arrivo una nuova, stavolta in Senato: nel mirino c’è Lello Ciampolillo, già inviso per le sue posizioni sulla xylella.

ciampolillo xylella m5s puglia cisternino - 2

Il pretesto sarebbe quello dei mancati rimborsi (anche se sono in molti a non averli effettuati). Una mossa che farebbe scendere a due il margine di sicurezza della maggioranza. Se non fosse che, in virtù di ricorsi arrivati a conclusione solo ora nella Giunta per le elezioni, stanno arrivando due nuovi senatori: Stefano Corti(Lega), al posto del dem Edoardo Patriarca, ed Emma Pavanelli (l’umbra m5s che otterrebbe il seggio non assegnato in Sicilia causa eccesso di vittoria del Movimento). Una maggioranza più alta, ma pur sempre arischio.

Già, tutto vero. Ma intanto in rampa di lancio, fino a ieri, c’era ancora Elena Fattori. Con la sua espulsione il governo al Senato si ritroverebbe con un solo voto di vantaggio. Non male, no?

Leggi anche: AMA vuole che i romani producano meno rifiuti ma incassa la tassa più alta d’Italia