Opinioni

Le allegre percentuali della ministra Grillo

“Vista la notizia della gravidanza, il ministro Grillo si sarà emozionato citando un dato non esatto. I nostri dati, rilevati a fine 2017, dicono che la copertura media per il vaccino esavalente è ferma al 94,2%. Per morbillo, parotite e rosolia a 91,7%”: è Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto superiore di sanità, intervenuto questa mattina a ‘Estate Start Up’ su Radio Capital, a correggere quanto detto ieri in conferenza stampa dal ministro della Salute, Giulia Grillo, in merito al suo bimbo: “Sarà mia premura farlo vaccinare, esattamente come il 96% degli italiani”. “La politica si divide e si è divisa sull’argomento dei vaccini, io non entro nel merito delle scelte politiche – ha precisato Ricciardi – Quello che abbiamo fatto ieri nel comunicato dell’Iss è rimarcare la pericolosità della situazione italiana che, dal punto di vista delle malattie infettive prevenibili con i vaccini, non è sotto controllo. Ma è una situazione estremamente pericolosa. Pensate che ieri in Usa c’è stato un caso di morbillo a Portland nell’Oregon che è andato su tutti i giornali”.

giulia grillo m5s circolare vaccini autocertificazione settembre - 1

“Noi in Italia dal 1 gennaio 2017 ne abbiamo avuti 7 mila e di questi il 40% è andato in ospedale, e purtroppo ci sono stati 8 morti tra cui diversi bambini. Questo per far capire la gravità della nostra situazione e la necessità di continuare a vaccinare. Quando si attenua questa attenzione – ha avvertito – le conseguenze non sono delle carte bollate che vanno in tribunale, ma ci sono delle persone che muoiono e molto spesso sono bambini”. In relazione all’attacco del ‘Times’ che ieri si è scagliato contro l’Italia per i casi di morbillo in Gran Bretagna, Ricciardi ha risposto che “è vero, già l’Oms ci ha richiamato due volte per questo e, già prima che fosse presentata la legge Lorenzin, anche il Governo Usa aveva emesso un avviso per i cittadini americani che viaggiavano in Italia avvertendo che da noi circolava il morbillo e di stare attenti e vaccinarsi. La legge Lorenzin – ha sottolineato – di fatto ha aumentato la copertura per il morbillo del 4,5%. E’ tanto perché significa che molti bambini sono stati protetti, ma ancora non abbastanza perché la soglia di sicurezza è del 95%”.

Leggi sull’argomento: Sui vaccini obbligatori il governo sta dalla parte dei novax (e dimentica i bambini immunodepressi)