Attualità

L'avvocato Sammarco difenderà Virginia Raggi

pieremilio sammarco

Sarà l’avvocato Pieremilio Sammarco a difendere Virginia Raggi dall’accusa di diffamazione che le ha mosso la Romeo Gestioni nell’udienza preliminare che si svolgerà oggi per quanto detto dalla sindaca in commissione Antimafia il 19 ottobre del 2016. In quella occasione la grillina disse: «Abbiamo trovato il patrimonio in una situazione disastrosa. Roma non sa quali immobili ha: Roma non conosce il proprio patrimonio. È una cosa completamente assurda». E non lo conosce, proseguì Raggi, perché per anni «ha affidato la gestione del proprio patrimonio immobiliare a società esterne».
Una delle principali, fu l’affondo della pentastellata, è «la Romeo Gestioni, che effettuava la gestione del patrimonio attraverso procedure informatiche». Quando venne interrotto il contratto tra Roma Capitale e la Romeo Gestioni quest’ultima, secondo la ricostruzione della Raggi, «si è portata via tutti i dati e dopo una serie di contenziosi peraltro ancora in essere ha restituito 100 bancali di carta che dovrebbero essere aperti, visionati e inseriti all’interno di un sistema». La Romeo ha querelato la sindaca che oggi, racconta Simone Canettieri sul Messaggero, sarà difesa da Sammarco:

L’avvocato difenderà la sindaca, come persona fisica, dalla citazione per diffamazione della Romeo Gestioni. La prima udienza di comparizione è fissata proprio per questa mattina davanti alla I sezione del tribunale di Roma.

virginia raggi pieremilio sammarco

La società è pronta a chiedere un risarcimento danni «milionario» a Raggi. Perché? Durante un’audizione in commissione Antimafia la pentastellata accusò la società di essersi portata via, dopo la fine del contratto con il Campidoglio, tutto l’archivio digitale sugli immobili comunali lasciando solo bancali di carta.
La querela di Alfredo Romeo è andata avanti. Ed è entrata nel vivo. Al punto che Raggi, difesa come sindaco dall’Avvocatura, per tutelarsi in quanto persona fisica ha deciso di rivolgersi al suo ex studio e in particolare al titolare, l’avvocato Sammarco. Maestro e allieva ancora insieme.

Sammarco nei giorni scorsi era tornato nelle cronache dei quotidiani perché, in uno scambio di messaggi con Raffaele Marra, aveva definito “una minchiata” il contratto che la Raggi aveva firmato con il M5S all’epoca della candidatura. Lo stesso contratto firmato nel frattempo dalla candidata alla Regione Lazio Roberta Lombardi.

Leggi sull’argomento: «Il codice etico M5S? Una minchiata»