Economia

La Legge di Bilancio 2020 e il nodo plastic tax

gualtieri flat tax stop - 2

Ieri la Ragioneria ha bollinato i 119 articoli del disegno di legge della Legge di Bilancio 2020. Ci sono : 13,67 miliardi coperti da tasse e lotta all’evasione e 16,38 miliardi da maggiore deficit (2 miliardi in più di quanto ipotizzato in principio). Spiega Repubblica:

Vengono sterilizzate le clausole Iva, in modo completo per il 2020 (23 miliardi) e parziale nel 2021 (9,8 miliardi) e 2022 (3 miliardi). L’Iva dunque non aumenterà a Capodanno. E questo sforzo ha assorbito quasi tutta la legge di bilancio. Spuntano però anche una serie di microtasse che fanno discutere, sia in maggioranza che nell’opposizione.

legge di bilancio 1
Legge di bilancio 2020: le uscite (La Repubblica, 3 novembre 2019)

A conti fatti, queste tasse valgono 1,8 miliardi nel 2020 e 2,5 miliardi nel 2021. La plastic tax finita nell’occhio del ciclone da sola consente di recuperare 1,1 miliardi il prossimo anno e quasi 1,8 miliardi nel 2021. Poi c’è anche la sugar tax sulle bibite zuccherate, l’esenzione fiscale ridotta sui buoni pasto cartacei, le accise sui tabacchi e la tassa sulle sigarette fai-da-te (tabacco trinciato, cartine, filtro), il balzello sulle auto aziendali (colpirà almeno 600 mila vetture), il bollo sui certificati penali. Se a questo elenco poi sommiamo la stretta sulla flat tax al 15% per le partite Iva fino a 65 mila euro di fatturato e l’abolizione della flat tax al 20% tra 65 mila e 100 euro, allora il conto sale.

legge di bilancio 2
Legge di bilancio 2020: le entrate (La Repubblica, 3 novembre 2019)

Fa discutere il pacchetto delle microtasse. La plastic tax da sola vale 1,1 miliardi nel 2020, 1,8 miliardi nel 2021 e 1,5 miliardi nel 2022. La sugar tax porterà 234 milioni nel 2020 e 262 milioni nel 2021. Le accise sui tabacchi e la “drum” tax – la tassa su tabacco trinciato, cartine, filtri – promettono un gettito da quasi 120 milioni il prossimo anno. L’abbassamento della soglia esentasse dei buoni pasto cartacei (da 5,29 a 4 euro) assicura invece 51 milioni nel 2020 e 56 milioni nel 2021. Il bollo da 2,4 euro per foglio sui certificati penali rilasciati dall’autorità giudiziaria consente di recuperare altri 25 milioni a partire dal 2020.

Leggi anche: Emilia Romagna, i sondaggi in salita e il problema plastic tax