Attualità

La guerra del PD Roma a Giovanni Caudo

@neXt quotidiano|

giovanni caudo municipio III

Reduce dai tanti trionfi elettorali degli ultimi tempi, il PD Roma continua nella sua pervicace opera di riunione delle forze in vista del voto nei municipi. In particolare al III Municipio, dove sabato prossimo si svolgeranno le primarie che vedranno contrapposti l’ex assessore all’urbanistica di Ignazio Marino Giovanni Caudo e la segretaria del circolo Paola Ilari.

La guerra del PD Roma a Giovanni Caudo

Mentre la Ilari è appoggiata dai renzianissimi che sono al vertice del partito dopo l’elezione di Andrea Casu, la candidatura di Caudo nasce da un appello di Laboratorio per Roma, è ben vista da Nicola Zingaretti (uscito personalmente vincitore dalla corsa in Regione Lazio) e ha l’appoggio di Liberi e Uguali.

giovanni caudo pd III municipio

Proprio per questo la pagina Facebook del PD del III Municipio, che conta la bellezza di 450 iscritti e di cui è admin la stessa Ilari, ha sentito la necessità di scrivere un post per ricordare che il partito ha scelto Ilari come candidata e che il sostegno nei confronti di Caudo arriva “da alcuni iscritti Democratici restii al cambiamento“. Insomma, un importante segnale di unità e affetto che serve a pacificare un partito balcanizzato dai risultati delle elezioni più che dal dibattito interno.

La candidatura di Caudo e l’appoggio di Marino

La parte curiosa della vicenda è che invece nei post di Caudo non si confonde in alcun modo l’appoggio del PD né si sostiene nulla di quanto scritto nella pagina del PD del III Municipio. Anzi, si parla di “esponenti del PD, presidenti di Municipio ed esponenti del partito municipale e comunale”. Insomma, dalle parti del PD devono sentirsi piuttosto nervosetti se arrivano a mistificare un messaggio su Facebook per fare polemica interna a quattro giorno dal voto per le primarie.

giovanni caudo pd III municipio 1

Il tutto accade mentre anche Ignazio Marino, l’ultimo a vincere un’elezione a Roma con il marchio del PD, annuncia il suo sostegno a Giovanni Caudo: “Se la vostra idea di società è lontana dalle decisioni prese nelle stanze chiuse dei Partiti, negli studi dei Notai, con persone agli ordini dei capibastone, allora abbiamo bisogno del coraggio di Giovanni e della sua generosità per il Municipio III e per Roma”. E Caudo incassa anche l’endorsement di Massimiliano Smeriglio, vicepresidente del Consiglio del Lazio ed eletto con la lista Zingaretti.

Leggi sull’argomento: Giovanni Caudo: così il PD Roma riesce a litigare anche sui candidati dei municipi