Politica

Il vicesindaco M5S e l’incompetenza (altrui)

luca bergamo 100cellos

Cura del verde, rimozione delle auto, raccolta dell’immondizia: Roma è bloccata non da oggi e il bando delle rimozioni che è stato di nuovo sospeso dopo quattro ritiri delle gare appena annunciate ne è la spia. Ma il vicesindaco di Roma Luca Bergamo, come sempre, spiega al popolo attraverso Repubblica Roma che la colpa è degli altri. Stavolta è dei tecnici del Campidoglio che non sarebbero abbastanza competenti (loro!!11!):

«C’è una difficoltà oggettiva a comporre le commissioni aggiudicatrici non essendoci, tra l’altro, benefici per chi partecipa. E poi, da Mafia capitale, questa città è finita sotto la lente d’ingrandimento della magistratura. Così, se un dirigente può evitarsi la responsabilità di decidere su una gara lo fa volentieri. Non essendoci strumenti coercitivi questo ti crea problemi. Sui bandi deserti, invece, mi pare ci siano situazioni evidenti di aziende che fanno “cartello”».

Alcuni bandi, però, contengono errori tali da dover essere ritirati.
«Esiste una difficoltà oggettiva a scrivere bandi che siano solidi. Il problema del codice degli appalti e dell’interpretazione delle norme è sotto gli occhi di tutti. Poi, certo, ci sta anche una certa incompetenza negli uffici».

C’è un problema di efficienza nell’azione amministrativa?
«Il desiderio di maggiore efficienza esiste ma credo anche che finora abbiamo fatto tante cose. Semplicemente l’efficacia di questo lavoro è minore rispetto a quanto è stato fatto».

luca bergamo virginia raggi
Luca Bergamo con Virginia Raggi

In cosa sareste migliori di chi vi ha preceduto?
«Per quanto riguarda il mio assessorato a pochi mesi dall’insediamento della giunta sono riuscito ad approvare contratti di servizio triennali per le partecipate. A livello generale, siamo riusciti ad approvare in tempo i bilanci e a godere dei benefici di legge sugli spazi di finanza pubblica».

Attualmente, però, siete stati sanzionati col blocco delle assunzioni per la mancata approvazione del consolidato. Da mesi va avanti un braccio di ferro con Ama che impedisce la chiusura del bilancio: che sta succedendo?
«L’approvazione del bilancio prevede una serie di confronti. Al momento è emersa una diversità di vedute su una specifica partita di crediti sui servizi cimiteriali. Certo, bisogna che questa vicenda si concluda in fretta».

Leggi sull’argomento: Il piano nascosto del governo Lega-M5S per cambiare la manovra