Politica

Il sondaggio di Cartabianca che dà la Lega sotto il 30%

Il sondaggio di Ié presentato ieri sera nel corso del programma Cartabianca su Rai 3 mostra un calo della Lega, che scende al 29,7 per cento. Il leggera flessione anche il M5s al 21% e il Pd al 21,6%. Se ne avvantaggia invece Italia Viva

sondaggio cartabianca

Il sondaggio di Ié presentato ieri sera nel corso del programma Cartabianca su Rai 3 mostra un calo della Lega, che scende al 29,7 per cento. Il leggera flessione anche il M5s al 21% e il Pd al 21,6%. Se ne avvantaggia invece Italia Viva, che sale al 3,9%. Sul fronte opposto Fratelli d’Italia mantiene un trend in crescita (8,9 per cento), mentre Forza Italia si mantiene stabile (6,9 per cento).

Il sondaggio di Cartabianca con la Lega sotto il 30%

Rispetto alla rilevazione della scorsa settimana il PD e la Lega perdono uno 0,2% mentre il MoVimento 5 Stelle perde mezzo punto percentuale. Italia Viva era data al 2,9% e quindi guadagna un punto percentuale mentre Fratelli d’Italia guadagna lo 0,3%.

sondaggio cartabianca

Ma c’è anche un’altra notizia interessante che riguarda la legge elettorale presentata dalla Lega con un referendum proposto dalle Regioni (e che è ad altissimo rischio bocciatura). Il Mattino ha elaborato una simulazione di voto  seguendo le medesime metodologie degli istituti demoscopici. La base dati è quella delle elezioni europee del 26 maggio di quest’anno, riportata con il dettaglio provinciale e conteggiata in base ai seggi che saranno assegnati a ciascuna provincia con la suddivisione dell’Italia in 392 collegi.

Nella simulazione, quindi, si è immaginata una forma di accordo o di desistenza tra i due principali partiti che sostengono il governo attuale, i Giallorossi. A questa minicoalizione si aggregherebbero altre due formazioni presenti alle Europee e cioè +Europa (già alleata del Pd nel 2018) e i Verdi, affini per ragioni culturali. Mentre è stata esclusa La Sinistra. La formazione Giallorossa metterebbe così insieme (in base ai voti delle Europee) un gruzzoletto pari al 45,1%, confermato peraltro nei sondaggi attuali, che considerano anche Italia Viva di Matteo Renzi.

La spinta all’aggregazione funzionerebbe anche nel Centrodestra, per cui ai voti leghisti vanno sommati quelli di Forza Italia e di Fratelli d’Italia con un totale che arriva a sfiorare la maggioranza assoluta: il 49,6%.

sondaggi legge elettorale salvini
La simulazione di voto del Mattino con il Salvinellum (2 ottobre 2019)

Ma il risultato finale con l’uninominale il centrodestra non avrebbe la maggioranza alla Camera.

Leggi anche: Cosa c’entrano Di Maio e la Link Campus con Donald Trump e il Russiagate