Fatti

Il "fate i bravi" di Bonucci ai tifosi italiani in caso di vittoria contro l'Inghilterra

neXt quotidiano|

Leonardo Bonucci

È troppo presto per cantar vittoria, ma è meglio lanciare un appello dopo le immagini che si sono viste al termine della vittoria contro la Spagna. A parlare, all’antivigilia della finale di Wembley tra Italia e Inghilterra, è Leonardo Bonucci che dalla sala Stampa di Coverciano ha voluto rivolgersi direttamente ai tifosi azzurri. Quanto accaduto nelle piazze di tutto il Paese dopo il successo ai rigori in semifinale, ha profondamente toccato il difensore della Nazionale che, dunque, decide di giocare in anticipo.

Bonucci lancia l’appello ai tifosi azzurri: “Festeggiare nel rispetto degli altri”

“In tribuna a Wembley ci sarà il Presidente Mattarella? È una grande dimostrazione di vicinanza da parte sua e per questo vorremmo regalare una gioia a lui e a tutti gli italiani – ha commentato Leonardo Bonucci -. Siamo contenti e consapevoli dell’entusiasmo, ma se ci sarà una vittoria da festeggiare invito tutti i ragazzi a farlo con il massimo rispetto per il prossimo, perché ho visto immagini dopo il successo sulla Spagna che vanno stigmatizzate”.

Il difensore azzurro ha fatto riferimento agli smodati festeggiamenti di piazza (da Nord a Sud) che hanno visto moltissimi tifosi italiani impazzire dalla gioia per il traguardo raggiunto. Molti di loro, però, hanno celebrato quella vittoria creando pericolosi assembramenti senza indossare la mascherina. Un comportamento che potrebbe portare a un rischio focolai per via della variante delta (come accaduto, non a caso, nel Regno Unito dopo l’inizio dei Campionati Europei). Ma non c’è solamente il Covid.

Perché tra le immagini peggiori offerte dai “tifosi” azzurri, troviamo anche alcuni episodi di violenza. Come l’aggressione ai danni di Alessandro Ghiani, il rider 51enne colpito mentre stava lavorando a Cagliari. Al momento gli inquirenti – attraverso i video diventati virali sui social – hanno individuato alcuni protagonisti di quel folle gesto. E poi ci sono anche altri eventi come il danneggiamento di un autobus a Roma, con due giovani denunciati. Insomma, se si dovesse vincere l’invito è quello di festeggiare, gioire e divertirsi. Ricordandosi che la pandemia è uno spettro ancora concreto e, soprattutto, rispettando la vita e il lavoro degli altri. Parola di Bonucci.

(foto: da conferenza stampa Nazionale italiana)