Opinioni

Il bus in fiamme in via del Portonaccio a Roma

Un incendio è divampato poco prima delle 6 su un autobus in servizio sulla linea 466 lungo via di Portonaccio a Roma. A quanto reso noto da Atac, l’autista è intervenuto con l’estintore di bordo e contemporaneamente ha allertato i vigili del fuoco che, una volta sul posto, hanno spento le fiamme. Nessun passeggero è rimasto ferito. Atac ha avviato un’indagine interna per accertare le cause dell’incendio.

bus via del portonaccio
Foto da: Twitter

Perché i bus dell’ATAC vanno a fuoco? Secondo Renzo Coppini, Segretario Regionale del SULCT, quella dei “mezzi vecchi” è solo un ritornello che viene utilizzato come scusa per non voler affrontare il nodo cruciale della manutenzione e della mancanza di programmazione degli interventi sul parco mezzi:

Il ripetersi di questi episodi, su vetture di diversa tipologia, ci fa pensare che le manutenzioni non siano sufficientemente idonee a garantire l’affidabilità dei mezzi. La maggioranza di essi, è noto, hanno superato la vita tecnica, e non quella utile, c’è una netta distinzione tra le due cose, perciò i controlli e gli interventi devono essere frequenti e programmati, mirati a superare le anomalie sia meccaniche che elettriche, derivate logicamente dall’età e dall’usura. Si fanno queste cose? I tecnici delle officine sono messi nelle condizioni di operare? Ripetere il ritornello ‘sono autobus vecchi’, non è più una valida giustificazione.

Secondo l’amministratore unico di Atac Manuel Fantasia il flambus di qualche tempo fa è invece dovuto proprio al fatto che la flotta è molto vecchia e che è in atto un’operazione si retrofit su 400 mezzi:

Ieri si è trattato di un principio di incendio, limitato al vano motore per cui l’autobus è recuperabile. C’è una flotta molto vecchia che ci siamo trovati. Stiamo progettando e programmando il retrofit per quello che riguarda i sistemi di spegnimento automatico per circa 400 autobus. Ovviamente ci sono i tempi necessari da rispettare che sono quelli delle gare ad evidenza pubblica un intervento di questo genere non si fa con un affidamento diretto. Nel breve periodo continuiamo, come facciamo adesso con il check sulle vetture e se in qualche circostanza dovessimo intravedere che c’è stato un errore o qualcosa che non va in queste procedure, prenderemo provvedimenti conseguenti.

atac natale capodanno

Qualche tempo fa Linda Meleo, assessora ai Trasporti di Roma, precisava che una commissione d’inchiesta aziendale sta già analizzando le cause degli incendi e ribadiva che la colpa è del parco mezzo vetusto:

Sugli episodi relativi agli autobus che prendono fuoco, come quello di ieri, abbiamo chiesto documenti in merito e c’è una commissione d’inchiesta aziendale che sta analizzando le cause. Vogliamo andare in fondo a questa vicenda, per poter garantire sempre più sicurezza ai cittadini.

Dobbiamo fare i conti con un parco mezzi vetusto e siamo perciò impegnati nel rinnovo della flotta dei bus di superficie, con bandi per nuove vetture oltre a quelle già a disposizione.

Leggi sull’argomento: Perché i bus dell’Atac vanno a fuoco?