Opinioni

La guerra dei vaccini che Barillari promette a Zingaretti

Il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle Davide Barillari è sul piede di guerra. Di una guerra di alto livello, promette su Twitter, e a farne le spese dovrebbe essere in teoria il presidente della Regione Lazio e segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti. Il quale ha detto che il governo Lega-M5S vuole eliminare l’obbligo vaccinale mentre nel Lazio il governatore farà di tutto per garantirlo “perché la salute dei bambini viene prima di ogni cosa”.

barillari guerra vaccini

Cosa ha promesso la Regione Lazio? Per bocca dell’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, dopo il caso del bimbo guarito dalla leucemia che non poteva tornare a scuola perché i compagni non erano vaccinati, via della Pisana aveva promesso una legge regionale per escludere dalle scuole chi non è vaccinato fino ai 14 anni, ovvero fino alle scuole medie. La legge Lorenzin non ha previsto norme così stringenti nei confronti dei bambini delle elementari e dei ragazzi delle medie perché, si spiegò all’epoca, la rinuncia alla scuola avrebbe comportato la compressione del diritto allo studio in età di obbligo scolastico. La legge che la Regione Lazio sta preparando va a toccare proprio quel diritto: il rischio, molto concreto, è che venga giudicata incostituzionale e cancellata appena promulgata. Sempre che ci si arrivi davvero. Ma questo, per ora, è un ragionare sul futuro possibile. Meglio restare al concreto. Davide Barillari è credibile come Rambo?

davide barillari rambo

 

Leggi anche: Fermi tutti! Il M5S si è accorto di aver presentato una legge contro l’obbligo vaccinale