Opinioni

Giorgio Gori: il sindaco di Bergamo che ha avuto la tosse ma non ha fatto test

In un’intervista rilasciata oggi a La Stampa il sindaco di Bergamo Giorgio Gori ha parlato della tragedia del Coronavirus nella sua città e dello strano rapporto di Regione Lombardia con i dati ma ha anche detto qualcosa di curioso: ha avuto per un mese la tosse ma non ha fatto il test per SARS-COV-2 e COVID-19:

Ma allora quante persone hanno avuto davvero il Covid19 a Bergamo?
«Noi stimiamo fra il il 35 e il 45% della popolazione. Per saperlo con maggiore certezza ho cercato risorse dai privati per poter fare un test a tutti i miei concittadini. Lo screening partirà lunedì. Il tampone entro 6 giorni. Se non lo fa la Regione ci organizziamo da soli».

Quanti sono davvero i morti?
«A Bergamo dal primo marzo a fine maggio sono morte 670 persone in più della media dei 10 anni precedenti. In tutta la provincia: 6mila in più. Quindi, le vittime del Covid qui sono più del doppio di quelle comunicate dalla Regione Lombardia. È allucinante».

Perché?
«Credo solo per inadeguatezza organizzativa. Anche se a volte sospetto che ci sia qualcosa di più, visto che quando abbiamo sollevato il tema dei dati, loro hanno oscurato le fonti».

giorgio gori leopolda
Giorgio Gori è amministratore della Simon Fiduciaria (continua…)

Sarebbe stato opportuno commissariare la Lombardia?
«Quando se ne è parlato, io ho ritenuto che non fosse una buona idea. Eravamo nel pieno disastro. Quella decisione avrebbe destabilizzato il poco che si stava facendo. Ma adesso, con la situazione più gestibile, fare autocritica è necessario. Il cambio del direttore generale della sanità lombarda mi sembra un segnale eloquente».

Cosa è mancato?
«Il Veneto ha risolto comprando macchinari, producendo reagenti. Ecco: che la Lombardia non abbia trovato soluzioni è abbastanza sconcertante».

Lei ha avuto paura?
«Ho avuto mal di gola per un mese, non so se fosse Covid, non ho fatto ancora nessun test. Ma ho sempre lavorato, tutti i giorni in Municipio».

È quantomeno curioso che Gori dica tranquillamente di non aver fatto test e poi di aver lavorato tutti i giorni. Perché se ha avuto COVID-19, la sua tosse era contagiosa. Forse è meglio che corra anche lui a fare un test.

Leggi anche: Avviso di garanzia a Conte per la zona rossa ad Alzano e Nembro? Se indagano lui indagano tutti