Opinioni

Giorgia Meloni odia le passerelle ma va da Barbara D’Urso a lamentarsi di De Luca

Giorgia Meloni, come Salvini, non va agli Stati Generali perché odia le passerelle. Per questo ieri ha deciso di partecipare a una difficile prova per un politico di prima classe, come gettarsi tra i vietcong in Vietnam nel 1966: andare da Barbara D’Urso.

L’eroica scelta si è transustanziata nella decisione di cantargliele al governatore della Campania Vincenzo De Luca, accusato di fare “monologhi senza contraddittorio” persino “voVgaVi” dopo la frase sul “fondoschiena, peraltro usurato” di Matteo Salvini: la Meloni dice che De Luca è volgare e dovrebbe invece occuparsi della Campania che soffre, nonostante la Regione abbia in effetti destinato bonus affitti, pensioni minime a mille euro, bonus alle famiglie e alle imprese con una velocità superiore a quella del governo centrale per quanto riguarda i contributi a fondo perduto.

Infine Meloni ha spiegato che nella manifestazione del centrodestra le persone erano distanziate a un metro.

piazza del popolo centrodestra

Leggi anche: Lega e Fratelli d’Italia votano contro la risoluzione che condanna il razzismo