Politica

Giarrusso: «Ho fatto il gesto delle manette perché avevo paura di Alessia Morani»

giarrusso manette

Della deputata Alessia Morani si può legittimamente pensare di tutto, nel bene e nel male. Tranne che somigli a Mike Tyson. Nel senso che l’avvocata marchigiana nel suo curriculum non risulta avere una passione per il body building, né precedenti nella boxe e nemmeno un’indole particolarmente aggressiva. Ma non per il senatore M5S Michele Mario Giarrusso, il quale in un’intervista rilasciata a Fabrizio Roncone sul Corriere della Sera oggi sostiene di aver fatto il gesto delle manette all’indirizzo dei parlamentari PD perché “impaurito” fisicamente dal PD e in particolare proprio dalla Morani:

Poi lei è uscito e ha fatto quel gesto odioso delle manette.
«Ero nervoso».

Chieda scusa.
«Senta: l’ha vista quella scena, no? I parlamentari del Pd erano tutti lì… alcuni, come Faraone, anche molto aggressivi… mi sembra ci fosse pure la deputata Morani…».

Ma la Morani è piccolina…
«No, mi creda: è tosta, cattivella. E io ero teso, impaurito».

Chieda scusa.
«Ma perché? Mi gridavano in faccia, mulinavano i pugni, non fossero intervenuti i commessi non sarei riuscito neppure a passare… e poi senta, sa che c’è?».

Continui.
«C’è che io, umanamente, posso anche essere vicino a Matteo Renzi. Detto questo…».

Detto questo?
«I miei genitori sono belli e tranquilli a casa: e non è colpa mia se i genitori dell’ex premier sono invece inguaiati e agli arresti domiciliari. Non solo. Non è colpa mia nemmeno se da quelle parti è un continuo intrecciarsi di storie brutte, di padri e di banche, di famiglie strane…».

Adesso però tocca a Morani. Mostri in un video tutti i suoi muscoli che hanno impaurito il povero Giarrusso. Possibilmente, pronunciando la battuta di Mario Brega: “Sta mano po’ esse féro o po’ esse piuma…”.

EDIT: Alessia Morani su Twitter fa sapere che lei quel giorno a Sant’Ivo alla Sapienza nemmeno c’era:

alessia morani

Leggi anche: Reddito, così Lega e M5S legalizzano la discriminazione di Lodi