Opinioni

Gian Luca Sassi: il consigliere M5S nei guai per Rimborsopoli?

Mi hanno chiamato da Roma ed è vero: dai controlli dei conti che hanno fatto sono emerse irregolarità anche da parte di Sassi, da quanto ne so non avrebbe versato più della metà dell’ammontare. E’ l’unico caso che mi hanno segnalato in Regione”: Max Bugani, a margine di un incontro con Paola Taverna, dice a Caterina Giusberti di Repubblica che c’è anche il consigliere regionale Gian Luca Sassi sotto la lente per i rimborsi che a quanto pare non sarebbero stati corrisposti al fondo del microcredito.

gian luca sassi

Gian Luca Sassi, scrive Repubblica, non avrebbe infatti mai effettivamente versato al fondo nazionale per il microcredito più della metà degli 81mila euro che dichiara di aver restituito sul sito “Ti rendiconto”. Ricevute di bonifici pubblicati ma di fatto mai eseguiti. Sassi nel 2015 era finito nel mirino dei militanti reggiani perché aveva improvvisamente fatto lievitare le spese, passate da 300 euro nel gennaio 2015 a più di 1400 nel dicembre dello stesso anno. Lui si difese spiegando a La Gazzetta di Reggio di aver smesso di usare i mezzi pubblici per andare al lavoro, perché ci metteva troppo tempo, ma l’auto era più cara. Secondo quanto si apprende dovrebbe essere pubblicata nel pomeriggio sul blog del movimento una nota che affronterà il caso “rendiconti” e tra questi anche il nuovo caso del consigliere regionale emiliano Gian Luca Sassi.

Leggi sull’argomento: Come le promesse di Luigi Di Maio si infrangono contro la realtà dei fatti