Attualità

La giornalista che si dimette: «Scusate se vi ho mentito per 13 anni»

gelare jabbari 1

Una presentatrice della televisione di Stato iraniana, Gelare Jabbari, ha annunciato le sue dimissioni con un post su Instagram in relazione all’ammissione delle Forze armate di Teheran di aver abbattuto l’aereo civile ucraino causando la morte di 176 persone. “Perdonatemi per avervi mentito per 13 anni. Non tornerò mai più in televisione”, ha scritto Jabbari. La presentatrice non è la prima ad aver rassegnato le sue dimissioni dopo che l’Iran aveva ammesso l’abbattimento del velivolo. Come lei, anche Saba Rad e Zahra Khatami hanno rinunciato ai loro incarichi.

La giornalista che si dimette: «Scusate se vi ho mentito per 13 anni»

Al Arabiya scrive che si ritiene che le dimissioni siano legate alle negazioni di responsabilità da parte dell’IRAN riguardo l’abbattimento del volo PS752. Teheran ha sostenuto per giorni che l’aereo fosse precipitato a causa di una “difficoltà tecnica”, prima di ammettere di aver abbattuto l’aereo. Dopo l’ammissione diversi giornalisti e impiegati dei media di stato si sono scusati con gli iraniani e hanno espresso il loro malcontento con le autorità, spiegando che la loro segnalazione era basata sulle informazioni fornite loro da funzionari.

gelare jabbari

Intanto il ministro degli Esteri di Teheran Mohammad Javad Zarif intervenendo alla conferenza sulla sicurezza in corso a Nuova Delhi ha detto che gli Stati Uniti sono corresponsabili dell’abbattimento che ha causato la morte di 176 persone. ”L’ignoranza e l’arroganza” degli Stati Uniti stanno ”aumentando il caos nella regione”, ha detto Zarif. Il capo della diplomazia iraniano ha definito l’abbattimento del velivolo come ”un errore imperdonabile”, affermando che è assolutamente necessario evitare che qualcosa di simile possa ripetersi. Zarif ha quindi accusato l’Amministrazione Trump di guardare solo ai suoi interessi in Medioriente.

Leggi anche: L’agricoltore con le bandiere naziste e le armi in casa