Opinioni

Gaia Bozza: la giornalista di Fanpage aggredita a un evento del PD

La giornalista di Fanpage.it Gaia Bozza è stata presa a schiaffi, spintonata e insultata mentre cercava di porre alcune domande a Roberto De Luca, appena dimessosi da assessore al Bilancio del Comune di Salerno, in seguito all’inchiesta “Bloody Money” di Fanpage.it. Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi, e Claudio Silvestri, segretario del Sindacato unitario giornalisti Campania, hanno espresso solidarietà alla cronista: “Dopo le testate di Ostia arrivano gli schiaffi a Salerno. L’aggressione alla giornalista di Fanpage Gaia Bozza da parte di sostenitori di De Luca avvenuta a Salerno è un gesto vergognoso. Esprimiamo solidarietà alla collega e ci aspettiamo adesso che con la stessa solerzia con cui è stata perquisita la redazione del giornale per scoprire le fonti dei cronisti, vengano identificati gli autori dell’aggressione”.

Il video dell’aggressione è stato pubblicato da Luigi Di Maio sulla sua pagina Facebook. Dell’episodio Fanpage ha diffuso un video in cui si vede la giornalista che rivolge domande a Roberto De Luca mentre entra in sala, e viene da lui ignorata. Intervengono alcune persone presenti che dicono ad alta voce: “Domande qui non se ne fanno. Te ne devi andare”. Si sente anche la voce di una donna che grida: “Ma tu chi c… sei?”. Una delle persone in sala sembra trattenere la cronista, che reagisce dicendo: “Non è questo il modo di trattare i giornalisti”.

EDIT ORE 19,02: “Solidarietà a Gaia Bozza, giornalista di Fanpage, da parte mia e di tutto il Pd”. Lo dichiara Matteo Richetti, responsabile comunicazione del Partito democratico.

Leggi sull’argomento: Le dimissioni di Roberto De Luca