Politica

Dopo anni di bacioni Salvini copia la Meloni e fa salire sul palco la contestatrice | VIDEO

@neXt quotidiano|

Salvini contestatrice

Un tempo li invitava ad andare a scuola, a tornare a studiare o a “farsi le canne”. Poi, però, Salvini si è ravveduto sulla via di Damasco (disegnata da Giorgia Meloni) e ha deciso di copiare l’atteggiamento e il comportamento della leader di Fratelli d’Italia quando si trova davanti alcuni contestatori. Questo è il video di quanto accaduto durante un comizio ad Arezzo.

Salvini come Meloni, fa salire sul palco una contestatrice

Nel video condiviso sui social dalla leghista Susanna Ceccardi, si “invita” la giovane a cambiare idea parlando di tasse. L’esponente del Carroccio, probabilmente, dimentica che il suo partito è stato al governo (prima con il MoVimento 5 Stelle e poi con Mario Draghi) per diversi anni nel corso della legislatura che sta per scadere. Ma questo è un elemento accessorio rispetto al tentativo di Salvini di fare un copia&incolla del modus operandi di Giorgia Meloni.

Perché quel che accadde a Cagliari la scorsa settimana, con la leader di FdI che ha fatto salire sul palco uno contestatore (mentre al di fuori del comizio le forze dell’ordine non sono state così tenere) è stato mutuato dal segretario della Lega in comizio ad Arezzo. Salvini, infatti, ha fatto salire sul palco una 20enne che brandiva un cartello con su scritto uno slogan molto in voga nel corso degli anni: “Lega Salvini e lascialo legato”. Lì ha provato a interagire con la ragazza che lo ha criticato, soprattutto per la sua incoerenza.

Incoerenza che si è palesata anche in questo gesto di “umanità” (usiamo un’iperbole), visto che la storia recente della politica italiana racconta di come il leader della Lega abbia sempre etichettato i contestatori (anche chi si limitava solamente a fischiarlo) come “drogati” e dediti al consumo di cannabis. Ora invece, seguendo la “retta via” indicata dall’ormai leader della coalizione di centrodestra, ecco che Salvini si uniforma. Anzi, copia e incolla.