Fatti

Eurovision, Damiano dei Maneskin negativo al test antidroga: non ha sniffato in diretta

La polemica era stata sollevata da un giornalista svedese in conferenza stampa, dopo che un video era diventato virale in rete. Smentita fin da subito dal frontman della band, che per fare stare tutti “Zitti e buoni” ha deciso di sottoporsi al test antidroga.

Maneskin

Damiano dei Maneskin è negativo al test antidroga. Che vuol dire solo una cosa: sabato sera, in diretta durante l’Eurovision, poco prima di essere proclamati i vincitori dell’edizione 2021, il frontman della band romana non ha sniffato cocaina in diretta. Era piuttosto facile immaginarlo, ma le polemiche sono state molte, e c’è stato addirittura qualcuno che ha chiesto di squalificare dalla competizione i Maneskin e far vincere l’Eurovision alla cantante francese, seconda classificata. Ma, come era chiaro a (quasi) tutti, Damiano non aveva sniffato in diretta.

Il comunicato dell’European Broadcasting Union su Damiano dei Maneskin

“Nessun consumo di droga è avvenuto nella Green Room e riteniamo chiusa la questione. A seguito delle accuse di consumo di droga nella Green Room dell’Eurovision Song Contest Grand Final di sabato 22 maggio, l’European Broadcasting Union (Ebu), come richiesto dalla delegazione italiana, ha condotto un esame approfondito dei fatti, controllando anche tutti i filmati disponibili”.

“Un test antidroga è stato anche fatto volontariamente nella giornata di oggi dal cantante del gruppo Maneskin che ha restituito un risultato negativo visto dall’Ebu. Siamo allarmati dal fatto che speculazioni imprecise che portano a notizie false abbiano oscurato lo spirito e l’esito dell’evento e influenzato ingiustamente la band. Ci congratuliamo ancora una volta con i Maneskin e auguriamo loro un enorme successo. Non vediamo l’ora di lavorare con il nostro membro italiano Rai alla produzione di uno spettacolare Eurovision Song Contest in Italia il prossimo anno”.

Cosa era successo

Riavvolgiamo il nastro e ricapitoliamo cosa è successo: il momento incriminato è verso fine serata, proprio negli attimi in cui i conduttori stanno dando il punteggio del televoto. Loro dei Maneskin sono tutti e quattro molto tesi, perché stanno realizzando – stando ai numeri – che potrebbero vincere l’edizione 2021 dell’Eurovision. Thomas, che sarebbe il chitarrista del gruppo, poco prima ha rotto un bicchiere, che è rimasto frantumato sul tavolino davanti ai loro divanetti. A un certo punto Damiano, in un gesto un po’ di esultanza e un po’ di sfogo, china il viso verso il tavolino stesso, e poi fa un gesto con la mano. Qualcuno che ha equivocato (con un po’ di malizia?) quel gesto, ha ripreso il tutto facendo un video e dandolo in pasto ai social. Secondo questo qualcuno Damiano aveva appena sniffato cocaina in diretta europea.

La smentita di Damiano dei Maneskin

A far montare poi il caso è stato un giornalista svedese, che in conferenza stampa ha riferito di quel video a Damiano. La risposta del cantante è stata però netta: “Io non uso droghe. Non dite una cosa del genere. Niente cocaina. Thomas aveva appena rotto un bicchiere, tutto lì. Io non faccio uso di droghe e non ditelo, per favore”. Ma qualcuno ha continuato a dirlo, tanto che per far placare gli animi e mettere a tacere chi lo accusava (ingiustamente) ha deciso di sottoporsi a un volontario test antidroga. Lo ha annunciato e lo ha fatto. Alla faccia di quei francesi che ne chiedevano l’eliminazione (c’è da dire che poi la tv pubblica francese ha detto di non voler assolutamente fare riscorso). Comunque Damiano dei Maneskin il test e l’ha fatto. Risultato? Negativo: e ora tutti “Zitti e buoni”.