Attualità

Coronavirus: il governo prima annuncia la chiusura di scuole e università da domani al 15 marzo, poi ci ripensa e infine conferma

Arriva l’annuncio di Palazzo Chigi: la chiusura delle scuole in tutta Italia sarà già effettiva da domani. Le scuole resteranno chiuse fino al 15 marzo. A sorpresa, la ministra Azzolina però frena: “Nessuna decisione ancora presa. Una decisione” in merito “arriverà nelle prossime ore”.

scuole chiuse tutte per coronavirus

A quanto scrive l’AdnKronos citando fonti di governo, la chiusura delle scuole in tutta Italia sarà già effettiva da domani. Le scuole resteranno chiuse fino al 15 marzo. Nelle ultime ore era stata ventilata l’ipotesi di chiudere tutte le scuole da parte dell’esecutivo. L’ANSA riportava fonti del ministero della Pubblica Istruzione.

Coronavirus: il governo chiude le scuole da domani al 15 marzo (ma la ministra dice no)

La decisione arriva mentre cominciavano a girare ipotesi di chiusura a macchia di leopardo. Il governatore della Puglia Michele Emiliano aveva consigliato ai genitori di non mandare i figli a scuola. Anche la Regione Lazio valutava la possibilità di un’ordinanza per chiudere tutte le scuole del territorio. Il comunicato del governo:

È stato emanato poco fa il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, firmato anche dal Ministro della Salute. Sono adottate le seguenti misure di contenimento:
-sospensione, sino all’8 marzo 2020, degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse.
– sospensione, sino all’8 marzo 2020, di tutte le manifestazioni e degli eventi, sia in luogo pubblico che privato; sono quindi sospesi: cinema, teatri, discoteche, cerimonie religiose;
– sospensione, sino all’8 marzo 2020, dei servizi educativi dell’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado.

governo scuole chiuse 15 marzo

Ma intanto la ministra della Pubblica Istruzione Lucia Azzolina a sorpresa frena: “Nessuna decisione ancora presa. Una decisione” in merito “arriverà nelle prossime ore”. “Nessuna decisione sulla scuola è stata presa, non c’è la chiusura al momento. Abbiamo chiesto al comitato scientifico una valutazione se lasciarle aperte o chiuderle, che sia proporzionale allo scenario epidemiologico del Paese in questo momento. La decisione arriverà nelle prossime ore, tutti sarete informati”, dice la ministra uscendo da Palazzo Chigi quando la notizia si era già diffusa. Il dpcm che il governo si appresta a varare dovrebbe contenere anche l’estensione della zona rossa di prevenzione per il coronavirus nei comuni della cintura bergamasca dove si è registrato un recente incremento dei casi rilevati da tampone. Nel corso della riunione di governo avrebbe preso atto del parere favorevole dell’Iss. Si preve anche la “Sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati”, ma si prevede la possibilità di svolgerli a porte chiuse.

EDIT: Conte conferma che domani le scuole resteranno chiuse. Poi dà la colpa ai giornalisti. Strano!

Noi abbiamo domandato a Brusaferro per un approfondimento sulle scuole. Abbiamo impiegato un po’ di tempo, l’uscita della notizia oggi è stata improvvida”. Lo ha detto in conferenza stampa a Palazzo Chigi il premier Giuseppe Conte.

Leggi anche: L’inferno dei lavoratori nell’ospedale di Codogno in emergenza Coronavirus