Economia

Così il Comune di Roma “dimentica” di investire un miliardo di euro

In totale, l’amministrazione comunale ha più di 900 milioni da spendere, ma sino ad ora ne ha utilizzati 83, meno del 10%

comune di roma investimenti 2019

Vi ricordate quando Virginia Raggi e Gianni Lemmetti magnificavano l’importanza degli investimenti per la Capitale? E vi ricordate quando si notò che intanto la Giunta gli investimenti li tagliava? Ecco, la situazione disperata ma non seria in Campidoglio non finisce mica qui. È arrivata ieri in Aula Giulio Cesare la delibera sulla correzione del bilancio di Roma Capitale, da approvare entro il 31 luglio. Una manovra di assestamento che punta a pareggiare i conti piuttosto che investire in servizi e opere pubbliche la cui realizzazione, anzi, slitta nel tempo. Spiega oggi Repubblica Roma:

L’andamento degli investimenti è fermo al palo. Nella prima metà del 2019, il dipartimento Sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana ha usato solamente 2 milioni 900 mila euro a fronte dei 332 milioni circa a disposizione. Soldi che potrebbero essere spesi per rattoppare le buche, per intendersi. Per i trasporti sono stati utilizzati 52 milioni e mezzo di euro rispetto ai 420 previsti e anche il dipartimento Programmazione e attuazione urbanistica, destinatario di 24 milioni, ha utilizzato appena 2 milioni e 500 mila euro. In totale, l’amministrazione comunale ha più di 900 milioni da spendere, ma sino ad ora ne ha utilizzati 83, meno del 10%.

investimenti comune di roma
La tabella del Sole 24 Ore sugli investimenti del Comune di Roma (29 novembre 2017)

Capitolo a parte per i municipi che per quest’anno hanno a disposizione 126 milioni di euro e sono fermi a 26. Con l’assestamento sono rinviate al 2020 alcune opere: dal restauro del Teatro Valle e del Portico d’Ottavia al rilancio di Piazza dei Navigatori nell’VIII municipio, la manutenzione straordinaria dei mercati comunali e i lavori da effettuare in alcuni edifici scolastici.

Leggi anche: La confessione dei due americani per l’omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega