Economia

Come funziona il bonus facciate

Sconto fiscale al 90%, prorogati gli altri incentivi per le ristrutturazioni di case. Lo sconto fiscale riguarderà solo gli edifici esistenti e ubicati nelle zone ad alta densità urbana, in pratica in centro e nelle aree periferiche di grandi e piccole città ma sono escluse le aree a scarsa densità urbana

bonus professionisti quando arriva

Il bonus facciate è una delle novità della Legge di Bilancio 2020. Spiega oggi La Stampa in un articolo a firma di Maurizio Tropeano che secondo le stime della relazione alla legge di Bilancio l’introduzione del bonus facciate dovrebbe mettere in circolo investimenti per quattro miliardi di euro, secondo l’Ance, l’associzione dei costruttori sarà almeno di 2,8 miliardi l’anno. Si tratta, in ogni caso, di un intervento di stimolo importante per il comparto dell’edilizia – a fronte di un costo complessivo per l’erario di circa 112 milioni nel 2021, il primo anno in cui si manifesteranno gli effetti finanziari sul bilancio statale – come ha dimostrato lo sconto fiscale per l’efficientamento energetico che ha generato investimenti privati per 3,3 miliardi.

Come funziona il bonus facciate

Dal primo gennaio per i lavori edilizi realizzati dai proprietari di appartamenti per migliorare l’efficienza degli esterni degli immobili è prevista una detrazione fiscale del 90% spalmata su dieci anni. Per il 2020 il governo ha deciso di confermare anche gli altri interventi di sostegno al settore dell’edilizia compreso il bonus verde previsto dal decreto Milleproroghe.

Il nuovo bonus avrà un importo par al 90% dei lavori documentati realizzati nel 2020 relativi agli interventi di rifacimento delle facciate degli immobili con l’obiettivo produrre effetti immediati sull’occupazione nel settore edilizio, sul decoro urbano e sulle entrate fiscali. Ci sono però dei limiti. Lo sconto fiscale riguarderà solo gli edifici esistenti e ubicati nelle zone ad alta densità urbana, in pratica in centro e nelle aree periferiche di grandi e piccole città ma sono escluse le aree a scarsa densità urbana. Gli interventi per pulitura e tinteggiatura saranno interamente detraibili al 90% ma sono esclusi i lavori per la sistemazione delle grondaie, dei cavi esterni e degli infissi.

ecobonus ristrutturazioni bonus facciate
Ecobonus, Sismabonus e Bonus facciate (Il Messaggero, 10 novembre 2019)

Il bonus ristrutturazioni dà diritto ad ottenere uno sgravio anche per l’acquisto dei mobili. Il governo ha deciso di prorogare al 2020 la detrazione del 50% fino a lavori per 96 mila euro e uno sconto fiscale dello stesso importo per l’acquisto di mobili fino a 10 mila euro.

Leggi anche: Le tasse sui buoni pasto cartacei in aumento dal 2020