Politica

Caterina Pinelli: la leader di Forza Italia e Liliana Segre che dovrebbe vergognarsi

caterina pinelli commissione segre 1

Caterina Pinelli, coordinatrice di Forza Italia di Portogruaro, insegnante in una scuola della zona ed ex segretaria di Fratelli d’Italia) domenica ha pubblicato un post sulla propria pagina Facebook in cui bolla come «deriva pericolosa» la commissione contro il razzismo e l’antisemitismo voluta da Liliana Segre. E poi, dopo le polemiche, dice che starà fuori dal social network per un po’. Racconta il Corriere del Veneto:

«Verrebbero meno tutte le nostre libertà di opinione. Si tratta di punire chi non si adegua al pensiero unico di sinistra», scrive la Pinelli. E questo, piaccia o meno, è il parere di un esponente politico che fa riferimento a un partito – Forza Italia, appunto – che in Senato non ha votato a favore della Commissione.

A far discutere sono invece le risposte che Pinelli riserva a un suo sostenitore, secondo il quale «vi sono già reati per la diffusione di idee abbiette come quelle revisioniste», sostenendo quindi che non c’era alcuna necessità di appoggiare la proposta della senatrice Segre, ebrea che nel 1944 fu deportata ad Auschwitz.

caterina pinelli commissione segre 1

La coordinatrice locale di Forza Italia, ribatte così: «Infatti le leggi ci sono già. La Segre dovrebbe solo vergognarsi, forse qualche ebreo dovrebbe ricordarle che non tutti hanno avuto la fortuna di salvarsi e strumentalizzare fa schifo». Poi rincara:«Chi sono questi antisemiti? Chi? Mi auguro che Israele dica qualcosa».

pinelli caterina

Nel luglio dello scorso anno, Pinelli era finita al centro di forti polemiche perché, sempre sulla sua pagina Facebook, aveva sostenuto che i cadaveri dei bambini fotografati al largo della Libia, non fossero veri profughi ma «dei bambolotti».

Leggi anche: Lorenzo Fontana, il leghista che vede un pericolo nella commissione di Liliana Segre ma non nei cori razzisti a Balotelli