Fatti

Bollettino Coronavirus Italia: i dati della Protezione Civile per oggi 14 ottobre

5901 contagi e 41 morti, ma non solo: la giornata di ieri ha visto anche un preoccupante aumento dei pazienti in terapia intensiva che sono saliti di 62. Dopo i numeri di ieri l’aggiornamento sulla diffusione dell’epidemia di  Coronavirus in Italia oggi con il bollettino di oggi del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile: 7.332 casi e 43 decessi

bollettino protezione civile coronavirus italia oggi covid 14 ottobre dati ministero salute

5901 contagi e 41 morti, ma non solo: la giornata di ieri ha visto anche un preoccupante aumento dei pazienti in terapia intensiva che sono saliti di 62. Dopo i numeri di ieri l’aggiornamento sulla diffusione dell’epidemia di  Coronavirus in Italia oggi con il bollettino di oggi del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile: 7.332 casi e 43 decessi.  Record assoluto di contagi: il dato più alto prima di oggi dall’inizio dell’emergenza si era registrato il 21 marzo, con 6.557 casi in un giorno: in quel caso, però, i tamponi fatti furono 26.336 mentre ieri ne sono stati fatti 152.196, il record dall’inizio dell’emergenza Sono stati effettuati 152.196 tamponi. I pazienti in terapia intensiva crescono rispetto a ieri di 25 per un totale di 539. I ricoverati sono 5.470 in aumento di 394. Sono guarite da ieri 2037 persone. Preoccupa il tasso di positività in salita: oggi è arrivato al 4,817%.

Bollettino Coronavirus Italia: i dati della Protezione Civile per oggi 14 ottobre

La suddivisione dei positivi regione per regione: nel Lazio 543 casi e 5 decessi; in Lombardia quasi il raddoppio di contagi; mentre ieri si sono registrati  1080 casi e 6 decessi oggi i postivi sono 1844 casi e 17 i decessi; non promettono bene i dati del Veneto che dai 485  di ieri passa ai  657 nuovi casi  registrati nelle ultime 24 ore. I pazienti ricoverati in ospedale sono 359 di cui 271 positivi e 88 negativizzati, quelli ricoverati nelle strutture territoriali 33, di cui 21 positivi e 12 negativizzati, e quelli in terapia intensiva sono 40, di cui 35 positivi e cinque negativizzati. Quattro i decessi.  Nelle Marche boom di casi positivi al  nelle ultime 24 ore: sono 166  , un nuovo picco dopo gli 82 di ieri. Ne sono stati registrati 54 in provincia di Ascoli Piceno, 39 in provincia di Ancona, 38 in provincia di Macerata, 21 in provincia di Fermo, 10 in provincia di Pesaro Urbino e 4 fuori regione. In Alto Adige 124 nuovi casi positivi accertati nelle ultime 24 ore, sulla base della valutazione di 1.573 tamponi. I ricoverati  sono 54 ai quali si aggiungono 3 pazienti in terapia intensiva. In Basilicata 21 nuovi positivi su 968 tamponi analizzati: 12 casi riguardano pugliesi che hanno fatto il test in provincia di Matera.  35 i ricoverati negli ospedali di Potenza e di Matera, nessuno in terapia intensiva. Non si registrano nuovi decessi.

bollettino protezione civile coronavirus italia oggi covid 14 ottobre dati ministero salute

In Umbria si registrano su 4.509 tamponi effettuati 148 nuovi positivi. Ci sono anche due nuovi decessi. Sale ancora, da 67 a 70, il numero dei ricoverati in ospedale, 9 (stabili) in terapia intensiva. In Molise oggi 18 nuovi contagi e zero decessi: i ricoverati scendono di uno, non si registrano nuovi decessi. In Abruzzo oggi si registrano 126 nuovi casi. C’è un nuovo decesso: si tratta di un 76enne della provincia di Chieti. 154 sono i ricoverati, 8 in più nelle ultime 24 ore: i pazienti in terapia intensiva sono 15, dato invariato rispetto a ieri. Del totale dei casi positivi, 947 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+45 rispetto a ieri), 1246 in provincia di Chieti (+25), 2087 in provincia di Pescara (+14), 1082 in provincia di Teramo (+21), 43 fuori regione (+1) e 41 (+20) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. In Puglia 315 contagi e 2 decessi,  1 in provincia di Bari e 1 in provincia di Foggia. I positivi sono così suddivisi: 169 in provincia di Bari, 13  in provincia di Brindisi, 28 nella provincia BAT, 55 in provincia di Foggia, 11 in provincia di Lecce, 37 in provincia di Taranto, 2 residenti fuori regione. In Toscana 575 casi e 2 decessi. Sono stati effettuati 11033 tamponi. I ricoverati sono 275, 13 in più rispetto a ieri, di cui 46 in terapia intensiva, 2 in più. In Calabria  60 casi in più rispetto a ieri; si registrano due ricoveri in più, mentre i decessi dall’inizio dell’emergenza sono 104 (dato invariato da due giorni).  Sono 339 i nuovi positivi in Emilia Romagna – di cui 160 asintomatici – su un numero record di tamponi eseguiti, 15.607. A questi si aggiungono anche 2.855 test sierologici. I casi attivi, cioe’ il numero di malati effettivi, a oggi sono 7.148 (272 in piu’ di quelli registrati ieri).Le persone in isolamento a casa sono complessivamente 6.730 (+208 rispetto a ieri), oltre il 95% dei casi attivi. Sono 35 i pazienti in terapia intensiva (+4 rispetto a ieri) e 383 (+60) quelli ricoverati negli altri reparti Covid. Quattroi nuovi decessi: uno in provincia di Bologna (una donna di 91 anni), uno in quella di Ferrara (un uomo di 83 anni), uno a Imola (un uomo di 82 anni) e uno in provincia di Modena (un uomo di 66 anni). Il numero totale sale dunque a 4.502 ( 38.695 i casi di positivita’). In Sardegna 122 nuovi casi, mentre non ci sono ulteriori decessi. In totale sono stati eseguiti 218.661 tamponi con un incremento di 2.158 test rispetto all’ultimo aggiornamento. I pazienti in ospedale sono 172 (+8), mentre è stabile il numero dei pazienti in terapia intensiva, 26. In isolamento domiciliare ci sono 2.728 persone, quelle guarite sono in più 143. Dei 5.417 casi positivi complessivamente accertati, 851 (+19) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 686 (+18) nel Sud Sardegna, 410 a Oristano, 821 (+33) a Nuoro, 2.649 (+52) a Sassari.  Sono 366 i nuovi positivi al coronavirus emersi in Sicilia nelle ultime 24 ore grazie a 7.021 tamponi. I dati diffusi dal ministero della Salute disegnano un curva del contagio in continua ascesa nell’Isola, dove pero’ si registrano anche 54 guarigioni tra ieri e oggi. Al momento i positivi nelle nove province siciliane sono 5.187, di cui 447 ricoverati in ospedale. Nelle terapie intensive, inoltre, ci sono 49 pazienti. Rispetto a ieri si registrano anche due decessi, che fanno salire il computo complessivo a 343. La provincia in cui si sono registrati piu’ casi nelle ultime 24 ore e’ Catania, con 117 positivi scoperti, seguita da Palermo (94) e Trapani (49). In provincia di Messina 39 casi tra ieri e oggi, 26 a Siracusa e 20 a Caltanissetta. Chiudono Ragusa (10), Enna (6) e Agrigento (5). In Liguria sono 362 i nuovi positivi registrati  nelle ultime 24 ore, sulla base di 3.981 tamponi effettuati. A Genova, sono 269 i nuovi contagiati, di cui 149 contatti di caso confermato e 120 da attivita’ di screening. Alla Spezia, 38 nuovi casi, di cui 26 contatti di positivi e 12 da attivita’ di screening. Sono 33 i nuovi casi in Asl 2 Savonese, di cui 20 contatti di positivi e 13 da attivita’ di screening. Nell’imperiese, i nuovi contagiati sono 12, di cui sette contatti di caso confermato e cinque da attivita’ di screening. Infine, dieci casi in Asl 4 Chiavarese, con tre contatti di positivo e sette da attivita’ di screening. Nel complesso, da inizio pandemia i positivi riscontrati in Liguria salgono a 16.264, a fronte di 357.813 tamponi. Nelle ultime 24 ore, registrato anche un nuovo decesso all’ospedale Villa Scassi di Genova, con il bilancio complessivo che sale 1.623 vittime. In Piemonte 499 casi positivi – che fanno arrivare il totale da inizio pandemia a 40.041 – dopo l’esito di 5967 tamponi. Ventiquattro ore prima, l’incremento di contagi e tamponi era stato rispettivamente di 585 e 9182. Ci sono stati 4 decessi, il dato più alto degli ultimi mesi;: in terapia intensiva il numero dei ricoverati è arrivato a 33 (+3 rispetto a ieri), negli altri reparti a 562 (+79). Nell’analisi dei contagi, sale la quota di quelli riscontrati in ambito scolastico, 113, gli asintomatici sono 296 su 499. Le persone in isolamento domiciliare sono 5.792 (+340).

Leggi anche: Fino ad oggi Immuni in Veneto è stata inutile