Cultura e scienze

Sanremo: i compensi di Baglioni, Bisio e Virginia Raffaele

compensi sanremo baglioni

Il Corriere della Sera oggi in un articolo a firma di Renato Franco svela il segreto più segreto che avvolge come una nube il Festival di Sanremo: i compensi di Claudio Baglioni, Virginia Raffaele, Claudio Bisio e degli altri artisti che contribuiranno alla kermesse. Quello dei soldi per Sanremo è uno degli obiettivi polemici più sentiti nelle pagine del “Buongiornissimo Cafféééé” e l’orda si placherà soltanto quando il festival sarà finalmente presentato da Matteo Salvini. Nell’attesa ci accontenteremo delle voci raccolte nei corridoi, che dicono che Claudio Baglioni riceverà 700mila euro per quest’anno, un compenso in aumento di centomila euro giustificati dal successo del 2018 quando il festival superò il 50% di share. Virginia Raffaele ha invece un precontratto che si aggirerebbe sulle cifre percepite da Pierfrancesco Favino l’anno scorso, ovvero 300-350mila euro, ma la Rai vuole modificare il suo compenso al ribasso. 450mila euro l’anno invece prenderà Claudio Bisio, mentre l’anno scorso Michelle Huntzinker ebbe 400mila euro.

compensi sanremo baglioni
I compensi di Baglioni, Raffaele e Bisio per Sanremo (Corriere della Sera, 17 gennaio 2019)

E i precedenti?

Nel 2017 Carlo Conti (tre Festival di successo consecutivi) ebbe un contratto da 650mila euro (e 100mila li diede in beneficenza), mentre Maria De Filippi partecipò a titolo gratuito. Per Fazio (un ottimo Festival e uno meno nel biennio 2013-2014) gli euro furono 600mila.

Anche il budget complessivo di Sanremo 2019 corre sugli stessi binari degli ultimi anni, costi e ricavi viaggiano sulle stesse cifre. L’anno scorso la raccolta pubblicitaria era arrivata intorno ai 25 milioni di euro, mentre le uscite si erano fermate a 16 milioni e mezzo. E anche oggi va così.

sanremo compenso bonolis fazio littizzetto

Insomma, sul Festival la RAI ci guadagna visto che le entrate sono di molto superiori alle uscite. E quindi ogni lamentela sui “soldi nostri” dati a lorsignori è ingiustificata. Ma questo è meglio non sottolinearlo troppo, altrimenti riparte anche il pippone sul canone RAI.

EDIT ore 13,10: La Rai smentisce i numeri del Corriere. Claudio Baglioni percepisce 585mila euro di compenso come l’anno scorso. La Rai ribadisce che i costi complessivi della 69° edizione sono in linea con quelli precedenti. Più in generale l’azienda rende noto che gli uffici dell’AD Fabrizio Salini stanno ultimando un piano di razionalizzazione e di contenimento dei cachet per conduttori e talent. In una nota Rai si fa notare, inoltre, che l’impegno contrattuale di Baglioni per l’edizione 2019 è iniziato a giugno 2018 e quindi ben 5 mesi prima rispetto all’edizione precedente che, si ricorda, ha ottenuto una media di 10.971.493 spettatori con il 52% di share.

Leggi sull’argomento: Sanremo e i conflitti d’interesse di Claudio Baglioni