Opinioni

Metro A: cosa riesce a succedere a Roma con due gocce di pioggia

Oggi a Roma, dopo molto tempo, sono piovute due gocce di pioggia. Erano tre mesi che non pioveva, nel corso dell’estate ci sono state due piccole precipitazioni di un’ora, una nei giorni a ridosso di Ferragosto ed una a giugno. I primi ombrelli e impermeabili sono spuntati in piazza del Campidoglio dove alle prime gocce alcuni cittadini commentavano: “Finalmente sta piovendo”. Ora bisognerà anche valutare se la quantità di pioggia che cadrà sulla Capitale sarà sufficiente a scongiurare la misura, annunciata da Acea nei giorni scorsi, di ridurre da lunedì la fornitura d’acqua di notte. Ma l’effetto di due gocce di pioggia dopo tre mesi sulla Metro A e su ATAC in generale è incredibile, e per certificarlo bisogna leggerlo – ancora un po’ increduli – sul profilo ufficiale Infoatac su Twtter. Sono state chiuse le stazioni metro A di Cinecittà, Numidio Quadrato e Lucio Sestio: in tutte i treni transitano senza fermarsi a causa di “danni da maltempo” non altrimenti definiti.
atac roma pioggia
La stessa, laconica spiegazione si trova sul sito internet dell’ATAC, dove però si ricorda (almeno) che sono stati terminati con quattro giorni di anticipo i lavori che hanno portato a una chiusura parziale delle linee metro (doveva riaprire il 3 settembre).
atac metro pioggia
Sulla linea B della metro, invece, il servizio è rallentato nella tratta Laurentina/Bologna e molto rallentato nelle tratte Bologna/Jonio e Bologna/Rebibbia. Oggi ATAC ha avviato la procedura per il concordato preventivo, mentre un creditore ha chiesto il fallimento in tribunale per un debito a sei zeri non pagato. La situazione è disperata, ma non seria.