Attualità

Asili gratis per gli italiani, la proposta razzista di Lega e M5S

asili nido gratis italiani razzismo lega m5s - 3

Che il programma di governo faticosamente scritto da Lega e MoVimento 5 Stelle non sia altro che un programma elettorale fuori tempo massimo è abbastanza evidente. Lo dimostra la quasi completa assenza di misure concrete e indicazioni precise sulle priorità del “governo del cambiamento“. Difficile valutare la qualità del cambiamento senza poter sapere quanto costa o dove verranno reperiti i fondi per porre in essere un progetto di Paese che specialmente per quanto riguarda la flat tax, la riforma della Fornero e il reddito di cittadinanza promette di essere parecchio costoso.

Lega e M5S vogliono gli asili nido gratis, ma solo per gli italiani

C’è un prezzo che abbiamo già iniziato a pagare, e uno che pagheremo a partire da quando si insedierà il governo del cambiamento. Del resto di cose gratuite Lega e MoVimento 5 Stelle ne promettono poche. La prima è la proposta di fornire «l’accesso gratuito alla rete internet per ogni cittadino» che ricade sotto il principio della cittadinanza digitale dalla nascita. Un’idea bellissima, se solo lo Stato avesse un’azienda di telecomunicazioni e non esistessero operatori privati che forniscono il servizio a pagamento. Ce la faranno i nostri eroi a dare Internet gratis a tutti o sarà colpa delle solite lobby degli Internet service provider?

asili nido gratis italiani razzismo lega m5s - 1

I figli dei cittadini stranieri nati probabilmente saranno esclusi dalla cittadinanza digitale “per nascita” così come lo sono dalla cittadinanza normale. Poco male, perché la vera discriminazione razziale la troviamo al punto 18 del programma, politiche per la famiglia e natalità. Gli italiani, si sa, fanno pochi figli. Le ragioni sono diverse e tra queste c’è anche la cronica carenza di servizi essenziali, come ad esempio gli asili nido. Ed ecco la soluzione geniale, finanziare gli Enti Locali (i comuni) per poter avere il servizio di asilo nido in forma gratuita a favore delle famiglie italiane.

Prima i bambini italiani!

Invece che stanziare finanziamenti per far aprire nuove strutture comunali Lega e MoVimento 5 Stelle propongono la discriminazione per nascita: se sei italiano hai diritto all’asilo gratis, se sei straniero devi pagare. Oggi funziona così: negli asili nido comunali si entra in base ad una graduatoria aperta a tutti i bambini. In base alla dichiarazione dei redditi (si utilizza l’ISEE) viene calcolato l’ammontare della retta.

asili nido gratis italiani razzismo lega m5s - 2

Dal momento che i cittadini stranieri pagano le tasse comunali (e tutte le altre tasse sul reddito) sarebbe oltremodo discriminatorio escluderli dal beneficio dell’asilo gratis. Il principio è sostanzialmente lo stesso che vieta di escludere i cittadini di origine straniera (ma residenti in Italia) dalle graduatorie per le case popolari. Senza contare che sotto una certa fascia di reddito l’asilo è già gratis. C’è poi da considerare che essendo gli asili comunali gestiti dai comuni il governo di Roma – che nel programma rivendica la lotta per l’autonomia delle Regioni – dovrebbe imporsi in maniera molto autoritaria. E non è da escludere che qualcuno possa anche pensare di fare ricorso al Tar o alla Corte Costituzionale per far bocciare un provvedimento del genere.

Leggi sull’argomento: Tutti i buchi e le contraddizioni del contratto di governo Lega-M5S