Economia

Alitalia, si spezza la cordata FS

alitalia referendum 3

A meno di 20 giorni dallo scadere della proroga accordata a Ferrovie dello Stato, manca ancora il nome dei partner disposti a sottoscrivere il 40% mancante del capitale della NewCo: la sola novità è che nelle ultime ore Delta Airlines avrebbe incassato la disponibilità di ChinaEastern, sua partecipata al 9%, ad esaminare il dossier Alitalia.

Ma dopo il no dei Benetton sollecitati da Mediobanca, il Messaggero oggi scrive che a meno di un miracolo, difficilmente il 30 aprile le Fs, dopo mesi di indagini e di consultazioni con potenziali partner nazionali e internazionali, potranno presentare ai commissari una proposta capace di dare l’agognata svolta alla compagnia aerea.

alitalia ferrovie dello stato

E’ pur vero che Delta potrebbe convincere China Eastern a valutare benevolmente il deal, ma da quel che trapela i cinesi parteciperebbero con una quota poco più che simbolica(il 5%?),che ovviamente non può risolvere il problema. A questo punto solo la politica può risolvere il problema, individuando soluzioni che siano in grado di restituire all’Italia la sua compagnia di bandiera, se è davvero ciò che vuole. Il fatto che sia sceso in campo il sottosegretario Siri viene peraltro visto con sollievo dal vertice di Fs, da settimane in ambasce per essere stato lasciato solo a battersi in un settore fortemente competitivo dopo gli incoraggiamenti – tante parole ma niente fatti – seminati a piene mani in particolare dal ministro dello Sviluppo Luigi Di Maio.

Leggi anche: PiazzaSporca: perché Formigli continua a invitare Casapound e razzisti in tv?