Fact checking

Alex Bazzaro: chi è il deputato leghista che diffonde fake news sul PD e la Sea Watch

Non ci sta a passare per il “cattivo” di turno il leghista Alex Bazzaro. Lui non è uno di quelli che diffondo fake news. Al massimo è uno di quelli che mettono alla gogna le ragazzine, insultandole perché dicono cose con cui non è d’accordo. È uno che quando è in difficoltà chiama a raccolta i suoi “amici” di Facebook per attaccare Giuditta Pini. Ma non è uno che diffonde balle, bufale, notizie false al solo scopo di guadagnare consensi. Anzi: è una vittima del sistema mediatico dei giornaloni sempre a caccia dei seminatori d’odio che seguono la lezione di Salvini.

L’esperto di Comunicazione Web che pensa che siamo tutti fessi

Il trentaduenne deputato leghista Alex Bazzaro è per i più uno sconosciuto. Ma la sua carriera all’interno della Lega la dice lunga sulla sua padronanza della comunicazione social in salsa leghista inizia proprio alla corte di Luca Morisi il social megafono di Matteo Salvini. Il giovane deputato di Favaro Veneto (Venezia) è stato anche assistente del ministro Lorenzo Fontana quando era all’Europarlamento. Questi due elementi possono aiutare a capire perché qualche giorno fa Bazzaro se ne è uscito con un post che ha fatto infuriare i parlamentari del PD.

alex bazzaro fotomontaggio sea watch gommone - 5

Il post – poi cancellato – era quello con il fotomontaggio dei deputati Dem a bordo del gommone mentre si apprestavano a salire a bordo della Sea Watch. Sulla fiancata la scritta “gita Sea Wathc con pranzo a bordo”, al centro dell’imbarcazione una tavola riccamente imbandita con frutti di mare, antipasti di pesce e altre prelibatezze. Insomma l’esempio dei classici privilegi della Casta che al contrario dei comuni mortali si può permettere gite in gommone e pranzi luculliani. Quell’immagine è un fake, un fotomontaggio. Ma nel post di Bazzaro non c’è alcuna traccia o indicazione sul fatto che si tratti di una balla. Anzi il deputato leghista scrive: «guardate come stanno soffrendo i parlamentari PD a Lampedusa. In vacanza a spese degli italiani!». Il che è esattamente il significato dell’immagine, né più, né meno, senza alcun elemento che renda riconoscibile ai lettori il fatto che si tratti di un fake e il fatto che Bazzaro ne sia a conoscenza.

alex bazzaro fotomontaggio sea watch gommone -1

Dopo essere stato ricoperto di critiche e accusato dal senatore PD Andrea Ferrazzi Bazzaro cancella il post. Ma non chiede scusa. Anzi attacca quelli che sono andati ad insultarlo nei commenti. Insomma è una vittima. In un lungo post spiega che «lo scopo umoristico era ben chiaro» e lo si poteva capire semplicemente dal fatto che sul gommone fosse scritto “wathc” invece che “watch”. Ora non serve essere un esperto di comunicazione per capire che quel piccolo dettaglio è probabilmente passato inosservato ai più. Volete un’esempio? La famosa immagine fake sulla sorella di Laura Boldrini. Nel meme l’autore era scritto “Avanguartia Nera” invece che il nome corretto “Avanguardia Nera”. Eppure ci hanno creduto in moltissimi.

Perché Bazzaro non ha cancellato anche gli altri post dove fa riferimento alla “vacanza a base di pesce fresco”?

Bazzaro poi continua con le sue “spiegazioni” attaccando in parlamentari PD per il “silenzio” sullo “speronamento” della motovedetta della Guardia di Finanza (per la verità Roberta Pinotti ha preso posizione a difesa dei finanzieri) o sui “bimbi di Bibbiano”. Mancano solo i marò e i terremotati e il cerchio del benaltrismo è concluso. Il deputato leghista poi non rinnega il contenuto del post visto che continua a dire che «mentre dei Parlamentari della Repubblica solidarizzavano in vacanza a Lampedusa con una delinquente, altri si davano da fare per attaccarmi». Il bello è che lo attaccavano non in base ad una fake news ma perché ne aveva condivisa una.

alex bazzaro fotomontaggio sea watch gommone - 3

Bazzaro non si può lamentare se dopo aver sparso odio per primo qualcuno è andato a fargli notare che stava diffondendo bufale e notizie false. E anche se ha cancellato il post incriminato ne rimangono altri due. Uno dove scrive che «i Parlamentari PD, amici dei delinquenti, stanno ancora mangiando pesce fresco a Lampedusa» (ovvero esattamente il senso del post col gommone) e un altro dove mostra «i Parlamentari del PD in gita premio a Lampedusa».

alex bazzaro fotomontaggio sea watch gommone -2

Bazzaro sbaglia due volte. La prima quando diffonde fake news a “carattere umoristico” (ma non risulta sia un comico) la seconda quando dice che i parlamentari Dem sono “amici dei deliquenti”. Ad oggi la situazione di Carola Rackete è quella di un’indagata non di una condannata in via definitiva. Dire che la Rackete è una delinquente potrebbe addirittura configurare il reato di diffamazione. Chissà come la prenderebbe Bazzaro se gli si ricordasse che è amico di personaggi come Edoardo Rixi o Armando Siri (giusto per citarne un paio). Cosa direbbe della famosa cena di Salvini con quelli di CasaPound?

alex bazzaro fotomontaggio sea watch gommone - 6
Un commento a caso al post di Bazzaro

Probabilmente direbbe che sono innocenti fino alla condanna definitiva. E avrebbe ragione. Allora perché non usare lo stesso criterio anche per quelli della Sea Watch? Semplice: perché quello che interessa non è la verità sostanziale dei fatti (il gommone con la frittura di pesce o i “delinquenti”) ma usare degli alternative facts (che è l’espressione con cui si giustifica chi diffonde notizie false) per sostenere una narrazione che non è basata su un riscontro fattuale. Il fatto che un deputato della Repubblica abbia pubblicato quella foto non l’ha resa ironica ma più credibile. Forse Bazzaro dovrebbe riflettere su questo.

Leggi sull’argomento: Perché Virginia Raggi annuncia autobus come se non ci fosse un domani