Opinioni

Globalview – Le conseguenze economiche dell’11 settembre

In questa puntata di Globalview Alberto Forchielli e Fabio Scacciavillani parlano delle conseguenze economiche dell’11 settembre 2001: gli Anni Novanta, che avevano portato innovazioni come Internet, la telefonia mobile, l’ascesa della Cina e avevano spinto in alto la crescita globale, avevano fatto sì che si sottovalutassero i rischi. Poi arrivò la crisi delle dotcom che portò a una crisi di sistema e, poco dopo, l’attacco alle Torri Gemelle. Con la recessione cominciata nel primo trimestre 2001 si aprirono i rubinetti della liquidità e si crearono le premesse per la crisi del 2008, perché in molti si indebitarono ignorando la rischiosità degli investimenti senza ragionare sulla lezione che si sarebbe dovuta trarre dalle crisi delle dotcom. I rischi finanziari vennero ignorati. Quando Greenspan in audizione in Parlamento veniva criticato sulla massa di debiti, lui rispondeva che il mercato stava allocando i rischi a coloro che erano nella posizione migliore per sopportarli.

Non era così perché così il rischio non si è parcellizzato ma si è diffuso e ingigantito oltre che concentrato in alcune istituzioni chiave che poi sono fallite o sono state salvate con i soldi dei contribuenti. In un certo senso, quindi, le Torri Gemelle hanno fatto crollare anche Lehman Brothers. Non solo: il dubbio è proprio che anche la nuova iniezione di liquidità rischia di condurci a un altro precipizio.

Leggi sull’argomento: Verso un intervento militare in Venezuela?