Opinioni

Virginia Raggi conferma i vertici delle municipalizzate romane

Virginia Raggi ha pubblicato poco fa un lungo messaggio su Facebook in cui promette un Campidoglio “aperto” ai cittadini e il coinvolgimento dei romani nelle decisioni della nuova amministrazione. Nello status scrive una cosa importante a proposito delle aziende municipalizzate del Comune di Roma, i cui vertici in questi giorni avevano offerto le dimissioni: «Sul fronte delle aziende municipalizzate chi ha avuto responsabilità è giusto che le porti fino a conclusione».
virginia raggi

Un Campidoglio aperto ai cittadini. La nostra Capitale vedrà i romani consultati e coinvolti a più livelli nelle decisioni della nuova amministrazione. Sarà un Comune “open government” dove puntare a ricostruire il senso di comunità troppo spesso dimenticato in questi anni.
Stiamo studiando dei sistemi per coinvolgere le persone nelle decisioni e nelle azioni di governo. Ogni atto verrà comunicato ai cittadini preventivamente, anche sui social, per esempio.
Inizieremo a lavorare sui punti programmatici più cari ai romani, come detto in campagna elettorale, a partire dai rifiuti, dalla trasparenza e dalla mobilità.
Sul fronte delle aziende municipalizzate chi ha avuto responsabilità è giusto che le porti fino a conclusione. I vertici di ogni azienda d’ora in avanti avranno l’obbligo di comunicare all’amministrazione capitolina ogni passo, con report quotidiani e settimanali.
I romani devono sapere dove vanno a finire i loro soldi. È ora di risolvere le situazioni incancrenite e far ripartire i servizi.
Il cambiamento è iniziato.

La Raggi annuncia quindi che i dirigenti di ATAC, AMA, Risorse per Roma, Assicurazione di Roma, Zétema e tante altre rimarranno al loro posto fino alla scadenza dei mandati. Soltanto ieri in Campidoglio la sindaca aveva detto: “Se i vertici di Ama e Atac saranno confermati? Non ho detto questo. Chi ha avuto responsabilità dovrà assumersele rispetto a ciò che ha fatto. E’ evidente che dopo due anni di gestione avere una città piena di immondizia e con impianti pieni rivela qualche problema di gestione. Ora sistemiamo la situazione, ripuliamo la città e facciamo ripartire gli impianti. Poi si prenderanno le decisioni”.