Opinioni

«Virginia…senti Adriano tuo»

virginia raggi adriano palozzi

Adriano Palozzi, consigliere regionale del PDL – Forza Italia nel Lazio, ha trovato un modo “originale” per aiutare Virginia Raggi nella gravosa attività di sindaca di Roma. Ovvero, una rubrica video in cui “Adriano tuo” si rivolge a “Virginia” dal suo ufficio con la forma di lettera aperta e in cui “nonostante sia di Forza Italia, ovvero di quegli esseri immondi da allontanare dalla politica, Adriano tuo ti sostiene su come migliorare la vita dei cittadini di Roma”.

Palozzi, con un romanesco da film, dispensa consigli alla sindaca sugli argomenti più pepati dell’amministrazione. A partire dallo Stadio della Roma a Tor di Valle e dall’addio alle torri deciso dai grillini: «Dalla sera alla mattina, viste le proteste dei tifosi, si può fare lo stadio. Però che facciamo? Grande idea! Leviamo le torri perché noi non speculiamo e non diamo cubature. Virgì, dà retta ad Adriano tuo, te l’avevo detto: senza il ponte carrabile, senza lo svincolo dell’autostrada, senza la Metro B come ce li famo arriva’ sti tifosi? Coll’elicottero? Hai detto ‘sta stupidaggine ai romani che leviamo la cubatura non cambiando nulla invece cambia tutto perché ‘sto stadio è isolato senza le opere. Allora dài retta ad Adriano tuo: ‘ste opere tocca falle. C’Hai cacciato un assessore, Berdini, perché voleva leva’ le torri. E poi che me presenti? Il progetto senza torri? Ora hai messo ‘sto Montuori, non je famo arriva’ avvisi de garanzia, cerca de fa’ lo stadio come Cristo comanda e lascia perde Grillo». In effetti, dategli torto…

Nella terza e per ora ultima puntata Palozzi invece si dedica alla Grande Fuga di Virginia messa in atto all’inizio della settimana proprio mentre erano in programma due convocazioni dell’Assemblea Capitolina sui problemi giudiziari della sindaca e sullo stadio della Roma oltre all’incontro con Roma Multiservizi: «C’era la preparazione per la firma dei Trattati della Comunità Europea, io avevo detto ‘speriamo che lo segue in un certo modo’… d’altronde tutto questo lo fai solo per una decina di mila euro al mese… a proposito, avevi detto ad Adriano tuo che una parte li restituivi, dove sono finiti?».

Insomma, anche il consigliere si sta dedicando ad aiutare istituzionalmente Virginia nel gravoso compito che la Storia le ha dato. Lo fa un po’ perculando, certo, ma in puro stile grillino visto che ricorda le promesse altrui su stipendi e assunzioni finora “dimenticate”. Siamo sicuri che la sindaca apprezzerà lo sforzo. O no?