Opinioni

Il video sui vaccini che ha fatto impazzire il Pakistan

Un  video contro i vaccini sta mettendo a repentaglio gli sforzi per debellare la poliomielite in Pakistan, uno degli ultimi paesi dove la malattia è endemica. Molto diffuso sui social, racconta il sito locale Geo News, un filmato che attribuisce all’immunizzazione diversi morti ha già portato almeno 4mila famiglie a respingere i team vaccinali. Nel paese è appena iniziata una grande campagna che dovrebbe raggiungere oltre 37 milioni di bambini grazie allo sforzo di 270mila vaccinatori. A creare difficoltà però, oltre agli attacchi dei talebani nelle regioni di confine con l’Afghanistan, altro paese in cui la malattia è endemica, è arrivato anche il video, che ha portato al rifiuto dell’immunizzazione soprattutto nel Punjab. Che non è l’unico visto che anche nei distretti di DG Khan, Rajanpur, Muzaffargarh e Toba Tek Singh si sono riscontrate difficoltà.

pakistan vaccini

Altri articoli dei media locali avevano raccontato in precedenza che un video fasullo che riguardava presunti decessi causati dal vaccino antipolio era diventato virale e aveva portato a casi di rifiuto a Rawalpindi il mese scorso. Il paese ha avuto solo otto casi lo scorso anno e ne ha registrato uno nel 2018; secondo il governo, nel 2017 cinque bambini degli otto che avevano contratto la poliomelite provenivano da famiglie che rifiutavano la vaccinazione. Il numero di casi è diminuito da 306 nel 2014 a 54 nel 2015 fino a 20 nel 2016.

Il Pakistan sconta anche una certa diffidenza che risale al periodo della cattura di Osama Bin Laden, propiziata dal lavoro di falsi team di vaccinatori usati per perlustrare il territorio. Anche in Nigeria, l’ultimo paese ancora alle prese con epidemie della malattia, la vaccinazione non è facile. In questo caso sono i ribelli di Boko Haram a rendere troppo insicuri i villaggi per i team di operatori sanitari.