Attualità

I “vaffa” del contestatore (in italiano!) di Salvini in Polonia

salvini polonia

In questo spezzone di un video trasmesso dalla pagina Facebook di Matteo Salvini si vede il ministro che viene aspramente contestato in italiano da una persona durante la sua visita alla tomba del Milite Ignoto di Varsavia, nella piazza innevata. Il contestatore, in un italiano stentato ma sicuramente efficace, prima lo apostrofa come “fascista” e “razzista”, poi lo definisce un “succhiac… di Putin”, mandandolo ripetutamente a quel paese e ricordando che “la Polonia è antifascista e antibolscevica” mentre i giornalisti e qualcuno di passaggio fa domande al ministro.

“Razzista e succhiac… di Putin, vaffanc…” continua il contestatore al quale sembra poi unirsi un’altra voce e nel momento del silenzio militare il coro dei due viene intonato a ritmo, mentre il ministro finalmente reagisce: “Che volete uno che dice queste cose… un poveretto”, taglia corto il ministro italiano. Poi le note della banda si sovrappongono alle urla del contestatore. E Salvini conclude la cerimonia.

Leggi sull’argomento: Francesca Benevento: la consigliera M5S aggredita al XII Municipio