Opinioni

Valerio Vassallo condannato per stalking

valerio vassallo rissa fidanzata - 3

Valerio Vassallo, animalista vegano, è stato condannato a un anno e mezzo di reclusione e 3 mila euro di risarcimento dal Gup di Biella Anna Ferretti per atti persecutori nei confronti della sua ex fidanzata. Divenuto celebre per le battaglie portate avanti in tv e alle radio, era stato arrestato lo scorso settembre (aveva poi ottenuto i domiciliari e la sospensione di ogni misura cautelare). Dopo la rottura con la sua convivente, anche lei nel movimento animalista Meta, Vassallo aveva iniziato a perseguitare la donna con pedinamenti e telefonate assillanti.
valerio vassallo rissa fidanzata - 3
Nessun commento dall’avvocato difensore Alessandra Guarini che prima di decidere un eventuale ricorso in appello, attende le motivazioni della sentenza. La richiesta della Procura e della parte civile era stata di 3 anni e 4 mesi. Vassallo era stato ricoverato a luglio dopo una rissa con l’ex fidanzata Giulia Airoli e l’attuale compagno di quest’ultima; dopo l’aggressione, sarebbe tornato ad avvicinarsi alla ragazza e all’attuale fidanzata, sia con appostamenti che con telefonate, finché la Airoli non l’ha denunciato e i carabinieri di Biella l’hanno arrestato. L’uomo avrebbe continuato a perseguitare i due, con appostamenti e telefonate minatorie, tanto da convincere i carabinieri della procura e i colleghi della stazione di Andorno Micca a fare scattare le manette su ordine del sostituto procuratore Mariaserena Iozzo. Vassallo era diventato famoso (o forse sarebbe più corretto dire famigerato) dopo una serie di apparizioni televisive a Le Iene, a Mattino 5, mentre alcuni associati del META avevano proposto di cacciarlo dall’associazione e successivamente lui ed altri erano andati a disturbare un evento sportivo a Quarona.

Meglio i bambini o le capre? di next-quotidiano
La Arioli aveva all’epoca della prima aggressione raccontato al Diario di Biella della violenta reazione dell’ex-fidanzato che avrebbe aggredito lei e due suoi amici, costringendoli a ricorrere alle cure del pronto soccorso: «Valerio Vassallo ci ha preso a sprangate, ora siamo al pronto soccorso per essere curati. Non appena ci ha visti è uscito di casa con una spranga e ha cominciato a menare fendenti. Io sono stata raggiunta da alcuni colpi ma se l’è vista molto peggio un altro mio amico, che è stato tempestato nonostante avesse addosso gli occhiali. Per lui ferite su tutto il corpo, testa compresa». Anche Valerio però è rimasto ferito nella colluttazione: si sarebbe ferito alla testa dopo essere scivolato durante la rissa. Secondo Vassallo invece erano stati gli amici della fidanzata ad aggredire per primi ma le cose sarebbero potute andare peggio ma Vassallo, da vero Ghandi alle erbe, ha preferito non reagire per evitare che qualcuno si facesse troppo male.

Leggi sull’argomento: Valerio Vassallo arrestato