Politica

Ursula von der Leyen non ha problemi a dire che la Russia “minaccia l’ordine mondiale”

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen al termine del summit Ue-Giappone di Tokyo definisce la Russia “con la barbara guerra contro l’Ucraina e con il suo preoccupante patto con la Cina” una minaccia per l’ordine mondiale

ursula von der Leyen

La Russia “è oggi la minaccia più diretta per l’ordine mondiale, con la barbara guerra contro l’Ucraina e con il suo preoccupante patto con la Cina. E con il loro appello per nuove, e molto arbitrarie, relazioni internazionali”. Lo ha detto la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, a Tokyo al termine del Summit Ue-Giappone. La leader comunitaria ha poi lodato su Twitter la posizione assunta dal Paese sul conflitto: “Accolgo con favore la posizione decisa che il Giappone ha assunto di fronte all’aggressione della Russia contro l’Ucraina. Come l’UE, il Giappone comprende la posta in gioco qui. Non solo il futuro dell’Ucraina. Non solo il futuro dell’Europa. Ma il futuro di un ordine mondiale basato su regole”.

Ursula von der Leyen non ha problemi a dire che la Russia “minaccia l’ordine mondiale”

Il Giappone ha aiutato l’Ue nel picco della stagione fredda, dirottando verso l’Europa una parte delle fonti di energia nelle sue disponibilità. “Voglio ringraziarla calorosamente – afferma von der Leyen, rivolta al premier nipponico Fumio Kishida nelle dichiarazioni alla stampa, senza domande, che hanno concluso il summit – per l’ammirevole solidarietà dimostrata, deviando una parte delle vostre forniture di energia verso l’Europa. Era un momento cruciale per noi, al picco della stagione in cui in Europa sono attivi i riscaldamenti. Non lo dimenticheremo: questo dimostra – conclude – il potere e la solidarietà tra le democrazie che lavorano insieme”.

Guterres (Onu): “Al momento attuale, non ci sono possibilità immediate di un accordo di pace”

Un altro leader internazionale, il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres, è tornato a rilasciare dichiarazioni sulla guerra in Ucraina, sottolineando la distanza tra le parti: “È chiaro per noi che, al momento attuale, non ci sono possibilità immediate di un accordo di pace o possibilità immediate di un cessate il fuoco globale”, ha detto durante la visita al presidente austriaco Alexander Van Der Bellen.