Opinioni

Udo Gümpel non capisce la satira

Udo Gümpel (noto giornalista tedesco inopinatamente residente in Italia) non poteva farci mancare la sua opinione sul caso del comico Jan Boehmermann che sta infiammando la Germania e così ha appena postato sulla propria bacheca Facebook il suo commento:

In effetti il testo di Boehmermann è davvero pesante. Ma c’è una ragione precisa per l’uso di quel linguaggio omofobo, sessista e razzista. E tale semplicissima ragione è che il destinatario della satira del comico tedesco è un omofobo, sessista e razzista. Boehmermann usa contro Erdogan proprio il linguaggio che piace al leader turco e alla sua area culturale.
E’ come se un comico italiano dichiaratamente progay definisse Adinolfi una checca pedofila. O Udo Gümpel scansafatiche e ritardatario cronico. L’uso di definizioni così paradossali è ciò che scatena la risata. Chi non è né sessista, né razzista, né omofobo – e sa bene che neppure Boehmermann lo è – non dovrebbe affatto indignarsi sentendolo usare contro Erdogan questo tipo di linguaggio.
E così la la satira di Boehmermann diventa anche un test di intelligenza. Un test che il buon Udo non ha superato.