Attualità

Il trono degli Spada

roberto spada

Nel febbraio 2017 Armando Spada è stato condannato insieme ad altri otto per corruzione con l’aggravante mafiosa per la presa di una spiaggia: tra loro c’era Ferdinando Colloca, già candidato alla Regione Lazio con Casapound. Carmine Spada, considerato il capoclan, è stato condannato per estorsione con aggravante mafiosa nei confronti di un tabaccaio della zona. Altri otto esponenti del clan sono stati condannati per il racket delle case popolari di Ostia. Ma non c’è soltanto questo e Repubblica, a corredo di un articolo di Federica Angeli, oggi racconta le attività commerciali che a Ostia sono legate alla famiglia Spada. Roberto Spada ha gestito con la moglie Elisabetta Ascani una serie di palestre con insegnamento di boxe e danza; poi c’è la ristorazione:

Ma Armando sta al bar Bistrò via Armando Armuzzi, proprio a due passi dal X Municipio. Suo nipote Enrico, detto Maciste, gestiva insieme alla sorella Principessa il caffè di via della Tolda, di fronte la stazione Stella Polare. Da qualche tempo la serranda è abbassata: i vigili urbani hanno elevato numerose contravvenzioni per violazioni amministrative. In via Bosio, al civico 64, invece la gestione non è ufficialmente del clan Spada, ma è legato a loro. Infine il Barmusic, in via Storelli, gestito direttamente da Roberto e il bar di piazza Quarto dei Mille, dove, Fasciani e Spada sono sempre lì, in bella vista al tavolo, ma mai dietro al banco. La pizzeria il cui impasto viene fatto dal genero di Armando Spada, cugino del boss, è in via Mario Ruta.

famiglia spada
La mappa delle attività legali della famiglia ormai più famosa del litorale (La Repubblica, 15 novembre 2017)

Non solo: c’è la panetteria storica di Carmine Spada, il boss, gestita dalla moglie Vanessa Carrara in via Capo delle Armi; poi c’è quella in piazza Gasparri che ha le serrande abbassate da mesi. Le sale slot a loro riconducili sono 4 a Ostia.

Leggi sull’argomento: Mafia, la mappa dei clan che si spartiscono Roma