Opinioni

Come d'incanto, il M5S cambia idea sul tritovagliatore a Ostia

virginia raggi ostia tritovagliatore

Il mese scorso l’AMA aveva chiesto alla Regione l’autorizzazione per spostare il tritovagliatore mobile che sosta a Rocca Cencia ad Ostia. La decisione non è stata mai annunciata o discussa eppure l’amministrazione del MoVimento 5 Stelle e l’assessorato all’Ambiente ne erano al corrente. «Al fine di fronteggiare l’attuale situazione emergenziale relativa al trattamento dei rifiuti urbani indifferenziati prodotti nel territorio di Roma», si leggeva nella lettera al dipartimento regionale Ambiente, la società comunale «ha avviato l’istruttoria per l’utilizzo del tritovagliatore mobile di Rocca Cencia» nella sede aziendale «di viale dei Romagnoli 1167», a meno di 2 chilometri dal centro di Ostia Antica. L’unica decisione concreta della giunta Raggi per la quale è stata chiesta – e subito fornita – l’autorizzazione della Regione Lazio, era però anche l’unica scelta che la Raggi non ha mai annunciato pubblicamente.
virginia raggi ostia tritovagliatore
Ma ad Ostia, feudo grillino finora commissariato, tra poco si vota. E così oggi l’assessora Pinuccia Montanari ha improvvisamente ritrovato la voce per annunciare che il tritovagliatore mobile non finirà ad Ostia: “Come noto Ama sta effettivamente individuando siti nella città per collocare il tritovagliatore mobile che, ricordo, non è più grande delle dimensioni di un camion e non è un impianto industriale. Uno dei siti individuati era Romagnoli nell’area industriale di Ostia. Ma non collocheremo e utilizzeremo il tritovagliatore qui” perché “stiamo individuando altri siti industriali nella città di Roma. Spero a breve di dire quale sara’ il sito perche’ forse ne abbiamo già individuato uno lontano dalle case, in una zona industriale, e in un capannone chiuso”, ha detto la Montanari a margine della presentazione del ‘Piano mare’ Ama per l’estate 2017, oggi ad Ostia. “La problematica che c’è – ha aggiunto Montanari – è quella che prevede la presenza di circa 6 camion che si devono occupare di trasportare il rifiuto trattato ed impacchettato e lo portano al trattamento industriale”. Insomma, il M5S ha deciso di trovare una nuova zona, che peraltro non ha ancora annunciato, mentre l’iter autorizzatorio della Regione sta per finire. Tutto normale, no?

Leggi sull’argomento: Il grande ritorno della monnezza per le strade di Roma