Cultura e scienze

Terra Piatta: la conferenza dei terrapiattisti dove abbiamo scoperto che niente è reale

terra piatta tutta la verità conferenza terrapiattisti 12 maggio 2019 palermo

Niente è come sembra. Anzi no: niente è reale. Perché se tutto quello “che ci hanno insegnato a scuola sulla Terra” è un Grande Inganno allora significa che abbiamo perso i riferimenti per orientarci nel mondo. Che non è più una sfera leggermente schiacciata ai poli come c’è scritto sui sussidiari delle elementari ma è piatta. Ed è quello che domani i terrapiattisti spiegheranno all’evento di Palermo Terra Piatta – Tutta la verità. Il nostro affezionatissimo GiorgioVileVilardo è andato alla conferenza stampa di presentazione per capirne di più. E vi ha portato le prove video.

Terra Piatta: la conferenza dei terrapiattisti dove abbiamo scoperto che niente è reale

La teoria della terra piatta non si limita solo a dire che il nostro pianeta è una specie di disco volante fermo nello spazio con il sole che si muove in circolo a seimila km di distanza (più o meno quella che c’è tra la Sicilia e la Mongolia). No: la teoria della Terra Piatta ci dice che siamo vittime di una grande menzogna che coinvolge lo sbarco sulla Luna, l’economia e la politica. Tutto a quale scopo? Non è chiaro. Tenerci nell’ignoranza, dicono. C’entra la massoneria (che però è nata nel 1700 mentre è dall’Antichità che si sa che la terra non è piatta). A guadagnarci è “sicuramente” la NASA, che ha messo in piedi un sofisticato sistema di video e immagini truccate per perpetrare questo inganno plurisecolare.

Ma non si ferma qui, perché di mezzo c’è Satana, Lucifero, il diavolo in persona. O meglio: evocato da non ben precisati poteri forti tramite sedute spiritiche. Insomma: anche chi “comanda il Mondo” in realtà non comanda davvero. E pure i terrapiattisti non sanno bene come funzioni la realtà. Un po’ perché è da poco che indagano un po’ perché rimane un mistero. Ad esempio: perché il sole ha quella dimensione e sta a quella distanza? E soprattutto: perché si muove? Calogero Greco dice che è un mistero, probabilmente è Dio a muoverlo come un paziente orologiaio. Ma allora perché Dio lascia che la NASA e Satana ci ingannino? Più domande facciamo più la realtà inizia a sgretolarsi sotto i nostri piedi.

I terrapiattisti e la Laocrazia

Invece loro propongono altro. Ovvero, la liberazione del terrapiattismo attraverso nuove forme di democrazia “piatta”. La Laocrazia, spiega il relatore Calogero Greco, “è il sistema della democrazia diretta dal popolo, da sotto”. Niente parlamentari, le leggi si decidono per acclamazione e finisce là. Poi tutti a casa. E il nostro affezionatissimo Giorgio Vilardo cerca di capire di più. “Una democrazia dal basso neoliberista?”. La risposta secondo Greco è semplice. “Molto semplice”. “Le leggi sono a tempo determinato, non sono mai fisse. Per questo noi ci comportiamo molto laocraticamente, non democraticamente”. Perché la Terra Piatta è anche politica (e, tu guarda il caso, alcuni dei terrapiattisti relatori dell’evento sono ex attivisti 5 Stelle, non dimenticatelo). Qual è la motivazione politica è presto detto: “Se ci fanno credere che la terra è tonda chissà a cosa altro ci fanno credere”. Epperò dalla motivazione politica si arriva a quella esoterica. Tutto chiaro no? La realtà inizia a sgretolarsi sotto i nostri piedi, quasi fossimo arrivati all’estremo limite della Terra e guardassimo l’abisso infinito che ci si spalanca sotto.

Dalla Laocrazia al complotto di Einstein

Albino Galuppini dopo aver chiarito che quelli che ci ingannano con la storia della Terra a palla lo fanno per motivi esoterici spiega che secondo lui fu Olinto De Pretto a scoprire la teoria della relatività prima di Einstein (in realtà si tratta di una fregnaccia) e sostiene che la teoria sia stata attribuita “ad Einstein perché è uno dei personaggi che hanno costruito il complotto delle terra tonda insieme alla NASA”. E Vilardo a questo punto nel video chiede come sia possibile sostenere un complotto del genere perché milioni di persone dovrebbero essere coinvolte. Ma Galuppini non fa una piega: “C’è un sistema a cascata, se quelli in alto dettano le regole…guardate l’auto elettrica, il riscaldamento globale”. Il Vile contrattacca: “Ma come mai nessuno della piramide si è mai scocciato e dice la verità?”. Galuppini è famoso in rete anche per la sua infinita querelle con Rosario Marcianò, con il quale litiga da molto tempo.

Ma davvero Beppe Grillo va alla conferenza dei Terrapiattisti a Palermo?

A proposito di ospiti di un certo spessore, il Garante del M5S Beppe Grillo aveva annunciato che sarebbe andato a vedere la conferenza della Terra Piatta, ma Galuppini chiarisce come stanno davvero le cose: “È stata una sua totale iniziativa e noi non ne sappiamo niente, non abbiamo nessuna idea di che cosa ci sia dietro questa cosa”. La conferenza, spiega uno dei relatori, è a pagamento: “20 euro: a noi questi 20 euro servono esclusivamente per finanziare il pagamento dell’affitto della sala conferenze e un po’ di rimborso spese.  Per motivi di sicurezza possono entrare solo 100 persone”. E finora, avevano spiegato prima i relatori, ne sono stati venduti 50. E, udite udite, Grillo non ha pagato: “Se tenterà di forzare, di entrare a tutti i costi saremo costretti a chiamare le forze dell’ordine”. Questo per non costringere nessuno e commettere il reato di sequestro di persona (ma non avevano detto di non voler farlo entrare? Quale sequestro?).

Chi beve acqua ha qualcosa da nascondere. E i terrapiattisti sanno cosa

Se non credete ancora che la terra sia piatta Calogero Greco ha un metodo infallibile per convincervi. E anche per farvi perdere sette chili in sette giorni visto che afferma che la forza di gravità non esista. “L’acqua per natura – dice chiudendo una bottiglia piena di acqua e mettendola in orizzontale – non curva mai. Questa è la prova vivente che abbiamo tutti i giorni sotto gli occhi che i laghi, il mare, sono orizzontali, ecco perché diciamo orizzonte. Questa è la prova più visibile: la Nasa sulla terra sferica ci fornisce tutte immagini computerizzate di grafica, nessuna è reale dallo spazio perché non ci sono mai stati nello spazio. E voi credete alla palla”. Lo sbarco sulla Luna? Hollywood. La forza di gravità? Non esiste, perché gravitas vuole dire peso. Non vi sentite già più leggeri? Ecco il video:

I terrapiattisti, Darwin e il complotto della NASA

Va poi sottolineato che per i terrapiattisti la teoria dell’evoluzione di Darwin è falsa, perché l’uomo non discende dalla scimmia anche se, scherza Greco, “da uomo a scimmia avviene tutti i giorni. Poi, non c’è nessuna prova che gli scheletri ritrovati siano autentici, anzi, secondo Galuppini c’entrano i Giganti. E il turismo spaziale, Branson, la Virgin? “Appartengono ai poteri forti, fanno parte del circo”. Ma allora perché non raccogliete i soldi per farvi portare sullo spazio? “Tutti questi personaggi, come Elon Musk o Grillo, sono solo delle facce, degli uomini immagine per costruire una narrazione”.

Eppure loro si documentano su internet, ma non era un complotto dei poteri forti, chiede il Vile. “Infatti, sì, internet serve a schedarvi”, risponde ancora Galuppini. Il quale è sicuro anche del fatto che del complotto facciano parte anche astronauti come Umberto Guidoni.

Anche se qui Favari è disposto a confrontarsi: “Sono disponibile non a partire subito ma a fare un confronto pubblico dove noi sceglieremo i nostri migliori consiglieri e allora l’astronauta DOVRA’ discutere con noi le condizioni per l’installazione delle NOSTRE apparecchiature a bordo dei vettori che loro utilizzano per andare sulla Stazione Spaziale internazionale IPOTETICA. Perché per noi è un’ipotesi la ISS”. Ma c’è di più. Favari aggiunge che ora è Guidoni a dover rispondere e a dover rendersi disponibile a un confronto pubblico “anche a livello tecnico” perché – conclude – “lui (Guidoni) ha detto che io non sono disponibile. Io sono disponibile invece. Vedete l’astronauta come è tendenzioso?”.

Il complotto della moneta dietro il complotto della Terra Piatta

Ma non c’è un complotto se dietro non c’è un Banchiere Centrale che trama. Memori del successo del complotto del signoraggio, i terrapiattisti hanno i loro dubbi anche sulle banche centrali. Favari spiega che il primo blocco del potere piramidale riguarda le banche centrali, che stampano soldi e quindi stabiliscono “quanti milioni di banconote ci mettono qui sul tavolo, sono il direttore della Banca Centrale (in realtà si chiama governatore o presidente, ndr), faccio quello che voglio”.

“Portatemi davanti al presidente della Banca Centrale e io lo interrogherò”, proclama Favari. “Devo interrogare l’anello di congiunzione tra il denaro e l’altro livello, quello senza denaro, per noi”.

Cosa c’entra la terra piatta con la banca centrale? C’entra perché il sistema dell’informazione “viene influenzato dalle banconote perché tutti voi (i giornalisti) venite pagati con le banconote della banca centrale”, ma in realtà tutti vengono pagati con banconote della banca centrale, e allora perché il complotto non coinvolge tutti? Chi sono i macellai, i figli della serva?

La verità è che del complotto fa parte anche la NASA, ci spiegano, oppure ignora il principio della Terra Piatta, “potrebbero essere anche in buona fede, anche se io ho dubbi”, conclude Favari, “dovrei interrogarli”.

Ed è proprio un vero sollievo quando una bella palla comincia a rimbalzare per la sala della conferenza stampa. E sembra quasi un segno. Dei Poteri Forti, ovvio.

Leggi anche: Terrapiattisti contro Marcianò: la sfida finale (a Palermo?)