Politica

Elly Schlein e Bonaccini: chi la spunta nel sondaggio sul nuovo segretario PD?

neXt quotidiano|

elly schlein risponde a Giorgia Meloni molestie alpini

Enrico Letta a breve lascerà la guida del Partito Democratico. Dopo la sconfitta alle elezioni sono diversi i volti che sono stati proposti per la successione, e tra gli altri in pole position spiccano quelli di Stefano Bonaccini e Elly Schlein. Un sondaggio di Euromedia Reasearch per Porta a Porta ha indagato su quale dei due ha maggiori consensi.

Elly Schlein e Bonaccini: chi la spunta nel sondaggio sul nuovo segretario PD?

Il primo dato che emerge dalla rilevazione è sicuramente che c’è un testa a testa tra Bonaccini e Schlein che esclude, o perlomeno pregiudica, la corsa di altri nomi come quelli di Boccia o di Paola De Micheli che si fermano sotto il 10% delle preferenze mentre il presidente della Regione Emilia Romagna e la sua vice viaggiano su percentuali che si avvicinano e superano il 20.

sondaggio bonaccini elley schlein

Un altro elemento interessante di questa sfida a due è che mentre Elly Schlein prevale se il campione intervistato riguarda solo elettori PD, con un consenso del 26,1% contro quello del 16,9 di Bonaccini, viceversa il governatore svetta se a esprimere la loro opinione sono elettori di tutti i partiti con una percentuale del 16,9 contro quella del 12 di Elly Schlein. La conclusione che a caldo si potrebbe trarne è che Bonaccini sarebbe in grado di allargare l’appeal del partito oltre il recinto dei suoi elettori, mentre Elly Schlein convince maggiormente chi già vota per il Partito Democratico, tra l’altro a sorpresa perché non è iscritta ha corso nella lista democratici e progressisti da indipendente.

Il sondaggio sui Partito di Euromedia Research

Porta a Porta ha inoltre pubblicato il sondaggio, realizzato da Euromedia Research, sulle intenzioni di voto degli italiani a livello nazionale. Per il campione di Alessandra Ghisleri, FDI al 26,2% si conferma primo partito italiano (+0.2 dal risultato elettorale del 25 settembre), segue il Pd con il 19 % (- 0.1%). A seguire il Movimento 5 Stelle che cresce dello 0.8%; quindi la Lega (-0.5%) con l’8.3%. Forza Italia rimane stabile all’ 8.1%, seguita da Azione – Italia Viva di Calenda al 7.9% (+ 0.1%). L’alleanza Verdi e Sinistra ottiene 3.5% (- 0.1). +Europa della Bonino sarebbe al 2.7% (-0.1%). Italexit di Paragone salirebbe oggi al 2.4% (+ 0.5%). Noi Moderati di Lupi, Toti e Brugnaro ancora non raggiungerebbe l’1% fermandosi allo 0.9% e per ultino Impegno Civico di Di Maio e Tabacci sarebbe allo 0.4% (-0.2%). Se si guarda alle coalizioni il totale del centrodestra arriva quindi al 43.5%, mentre il centrosinistra al 25.6%”.