Politica

Sondaggi politici: il PD non è più il secondo partito

neXt quotidiano|

Sondaggi politici oggi Enrico Letta

A oltre un mese dal voto, la situazione immortalata dai sondaggi politici oggi non ha riflessi immediati sulla situazione nazionale, ma rischia di averne sulle possibili alleanze in vista delle prossime elezioni locali (con particolare attenzione a quel che accadrà nel Lazio e in Lombardia dove, il prossimo anno, si voterà per il rinnovo delle giunte Regionali). Perché il Partito Democratico continua la sua emorragia di consensi e ora, ufficialmente, non è più la seconda forza politica in campo. Ma a perdere consensi – nelle intenzioni di voti – sono la maggior parte dei partiti che fanno parte del nuovo Parlamento. Con alcune eccezioni.

Sondaggi politici oggi, il PD viene superato dal MoVimento 5 Stelle

Rispetto alla scorsa settimana, i sondaggi politici oggi di SWG per il Tg di La7 hanno sancito il sorpasso del MoVimento 5 Stelle (di Giuseppe Conte) ai danni del Partito Democratico (guidato ancora da Enrico Letta in attesa del Congresso per scegliere il nuovo segretario). I pentastellati, come accade ormai da diverse settimane, hanno proseguito nella loro rincorsa, guadagnando in sette giorni mezzo punto percentuale, issandosi al 16,8%. Il PD, invece, prosegue nel suo crollo verticale: -0,3% che porta i dem al 16%.

In testa, oramai è un dato consolidato in continua crescita, c’è sempre Fratelli d’Italia (che anche questa settimana ha ritoccato il suo massimo storico nelle intenzioni di voto, arrivando al 29,4%). Ma dietro le prime tre forze politiche del Paese c’è il vuoto. Il Terzo Polo (Azione + Italia Viva), la Lega e Forza Italia (in quest’ordine) hanno segnato un -0,2%. Distanze invariate, ma in calo rispetto alla rilevazione precedente. E tra i partiti minori, ma con una rappresentanza parlamentare (alcuni nel gruppo Misto) perdono poco, ma restano staccati da tutti gli altri: -0,1% per il ticket Verdi/Sinistra Italiana e -0,3% per + Europa.