Fact checking

Singularity e Casaleggio: un visionario senza visioni

gianroberto casaleggio singularity video

Il co-fondatore del MoVimento 5 Stelle Gianroberto Casaleggio era famoso per due cose: parlava poco e aveva prodotto in passato due video dove annunciava l’Apocalisse, esattamente come aveva fatto in Prometeus e in Gaia. Come per tutte le rockstar e i guru deceduti non poteva mancare il capolavoro pubblicato postumo annunciato in un certo senso dalla raccolta di aforismi e profezie uscita a giugno. Ecco quindi che oggi Davide Casaleggio, per onorare la memoria del padre ha presentato Singularity, il video che descrive (nel 2016) l’ascesa dell’intelligenza artificiale e la nascita di Skynet. Non male per uno che aveva predetto la fine dei giornali entro il 2007.

Singularity, il riassunto di due secoli di fantascienza

Se avete visto Terminator o 2001 Odissea nello Spazio potete tranquillamente risparmiavi la visione di questi dieci minuti di video e lo stesso potete fare se siete appassionati di fantascienza. Perché il video è un compendio delle opere di fantasia sulla nascita dei computer e delle sfide che hanno posto all’intelligenza umana: si va dall’automa conosciuto come “il Turco” fino a Deep Blue passando per Hal 9000. Però né il Turco né Hal 9000 sono veri computer: il primo era un trucco il secondo è tra i protagonisti un’opera di fantascienza. Si parla di Solaris, degli androidi protagonisti del libro di Philip K. Dick da cui Ridley Scott ha tratto il suo Blade Runner. Non manca poi il riassunto della trama di A.I. il film di Steven Spielberg sui robot umanoidi. C’è poi la sintesi del romanzo di fantascienza “La nuvola nera” di Fred Hoyle. Siamo a metà del video e il guru postumo non ha ancora detto nulla. E soprattutto non ha ancora usato un testo scientifico ma solo straordinarie opere di fantasia. Se l’intento era farci sapere che Casaleggio senior aveva tutta la collezione Urania di Mondadori nella sua libreria è tempo sprecato, lo sapevamo già. Il dubbio è che lo scopo sia allungare il brodo, un po’ come quando nei temi delle superiori si divagava facendo esempi non collegati tra loro per far perdere il filo all’insegnante e stupirla con la nostra “erudizione”. Intorno ai cinque minuti di questa noia mortale appare Charles Darwin, ma solo per introdurre l’articolo di un altro scrittore che immagina (nel 1863) che le macchine si evolvano come si sono evoluti gli organismi viventi.

gianroberto casaleggio singularity
Stampanti in 3D che generano altre stampanti 3D in un’eterna ghirlanda brillante

L’elenco dei libri preferiti di Gianroberto Casaleggio

Arriviamo così, molto lentamente al cuore del discorso. Casaleggio immagina che le stampanti 3D possano un giorno riprodurre autonomanente altre macchine in grado di riprodurre altre macchine sempre più complesse: il visionario inventa la trama di Terminator: Le macchine ribelli in salsa open source. E si arriva così al concetto si Singolarità, ovvero quel punto teorico di non ritorno in cui “le macchine” riusciranno a dotarsi di autocoscienza, dopo aver enunciato questo concetto il video finisce. Secondo quanto scrive Davide Casaleggio era parecchio tempo che il padre stava riflettendo sull’argomento. Peccato che, a parte la solita previsione che dice che nel 2040 potremo vedere la Singularity prendere vita; ed è un bel problema perché secondo le previsioni di Gaia fra quattro anni dovrebbe scoppiare la terza guerra mondiale tra democrazie dirette occidentali e le dittature orientali (Cina Russia e Paesi Arabi in testa). La guerra mondiale dovrebbe durare vent’anni (diceva Gianroberto) e nel 2054 dovrebbe nascere Gaia: il primo governo mondiale eletto democraticamente tramite la Rete quindi la Singolarità dovrebbe “nascere” proprio in coincidenza con la fine della prossima guerra mondiale.
tumblr_mgyjcouW0r1qfv6tdo1_250tumblr_mgyjcouW0r1qfv6tdo2_250tumblr_mgyjcouW0r1qfv6tdo3_250
 
 
 
 
 
 
Ma al di là delle previsioni cosa ci voleva dire Gianroberto Casaleggio con questo video? È un vero mistero, perché se ci fermiamo a quello che viene detto nel video Casaleggio non dice assolutamente nulla. Usare come testi “scientifici” racconti di fantascienza è già una cosa abbastanza singolare, limitarsi a citare en passant Stephen Hawking non rende certo tutto il discorso qualcosa di sensato. Il tutto invece ricorda molto da vicino la storia di un altro personaggio che si dilettava di fantascienza e che è finito per fondare una setta di persone che crede all’esistenza di un imperatore intergalattico malvagissimo. Nemmeno lui ha mai detto qualcosa di sensato o originale. Oggi Davide Casaleggio spiega

A mio padre piaceva riflettere sul futuro e il tema della Singularity lo aveva appassionato nell’ultimo periodo. Per questo aveva progettato un filmato su cosa avrebbe potuto significare questo momento per l’umanità. Non fece in tempo a pubblicarlo. Ho pensato che oggi, il giorno del suo Santo preferito nonché il compleanno del MoVimento 5 Stelle, sarebbe stato un bel giorno per renderlo pubblico e farlo conoscere a tutti.

Davvero viene detto qualcosa nel video? Ma Casaleggio è sempre stato così, ha sempre preferito “suggerire” che spiegare, usare concetti affascinanti presi in prestito da altri accostandoli che produrre un ragionamento compiuto. Anche quest’ultimo video non ci dice nulla di quello che il co-fondatore del MoVimento 5 Stelle aveva in mente per il futuro del suo partito. Non tocca i problemi reali della politica italiana o della partecipazione diretta alla vita politica del nostro Paese. Non ci spiega come realizzare la democrazia diretta tramite Internet, anzi, ci invita a diffidare della tecnologia e di quelle stampanti in 3D tanto care al suo amico Beppe Grillo. ma del resto se di quelle cose Casaleggio non ne ha mai parlato da vivo perché dovrebbe farlo ora, in un video postumo?