Attualità

La Verità: altri due ex sindaci indagati nell'inchiesta sui bimbi rubati

neXt quotidiano|

sindaci pd inchiesta bambini

La Verità di Maurizio Belpietro annuncia oggi in prima pagina che l’inchiesta sui “bimbi rubati”, ovvero sulla Onlus Hansel e Gretel e sull’affidamento ad amici, ci sono altri due ex sindaci indagati. L’inchiesta Angeli e Demoni vede quindi altri due primi cittadini indagati: si tratta dell’ex sindaco di Montecchio Paolo Colli e dell’ex primo cittadino di Cavriago Paolo Buriani. Entrambi sono accusati di falso ideologico, come il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, al quale è contestato anche l’abuso d’ufficio, arrestato una settimana fa e tuttora ai domiciliari. Quest’ultimo verrà sentito domani nell’interrogatorio di garanzia davanti al gip così come altri psicologi e psicoterapeuti del centro studi Hansel e Gretel di Torino, accusati di praticare il “lavaggio” del cervello ai minori.

Le indagini proseguono e oggi gli inquirenti hanno ascoltato – come persone informate dei fatti – altri quattro amministratori: l’ex sindaco di Campegine, Paolo Cervi, l’ex sindaco di Gattatico Gianni Maiola, l’ex sindaco di Sant’Ilario Marcello Moretti e l’ex vice sindaco di San Polo, Edmondo Grasselli.

sindaci pd inchiesta bambini

Riguardo Andrea Carletti, abbiamo precisato ieri che secondo il procuratore Mescolini il sindaco «risponde solo di abuso d’ufficio e falso. Gli viene contestato di aver violato le norme sull’affidamento dei locali dove si svolgevano le sedute terapeutiche, ma non è coinvolto nei crimini contro i minori» per la violazione delle norme attributive di un appalto.

Il procuratore precisa che nei suoi confronti non si tratta di associazione a delinquere. Per quanto grave possa essere l’accusa di abuso d’ufficio i fatti contestati non riguardano un coinvolgimento diretto nella gestione degli affidi e nei presunti abusi.Eppure anche questa mattina Improta pubblicava una vignetta dove metteva in correlazione il sostegno dato dal PD alla comandate della Sea Watch 3 con l’inchiesta Angeli e Demoni della procura di Reggio Emilia nella Val d’Enza.

Certo le accuse rimangono gravi, tra i reati contestati a assistenti sociali, educatori ed operatori ci sono quelli di frode, depistaggio, abuso d’ufficio, maltrattamenti su minori, falso, violenza privata, tentata estorsione, peculato e addirittura quella di lesioni gravissime

Leggi anche: Le fake news su Bibbiano: dal sindaco “orco” all’uso di “elettroshock” sui bimbi