Opinioni

Sequestrato il Faber Beach di Ostia

Blitz della Polizia Locale di Roma Capitale questa mattina nella spiaggia libera attrezzata Faber Beach di Ostia. Gli agenti dell’ufficio Pg Edilizia del Gruppo X Mare coordinati dal comandante Antonio Di Maggio hanno posto sotto sequestro per occupazione demaniale abusiva tutte le strutture della spiaggia e denunciato il gestore. Il provvedimento è scattato dopo che era stata notificata la revoca della concessione. Secondo quanto riferito, dalle indagini dell’ufficio Pg Edilizia del X Gruppo Mare diretto da Antonello Strino, era emerso che la cooperativa Nausicaa nel 2014 aveva ottenuto, con asta giudiziaria, l’acquisto dell’azienda Faber Beach: bene pero’ di esclusiva gestione del X Municipio. La vendita avrebbe perciò dovuto interessare solo i beni di proprietà dell’azienda e non l’attività che invece avrebbe dovuto essere messa a bando. Per questo motivo il X Municipio ha avviato la procedura di decadenza del titolo. L’attività investigativa aveva prodotto risultati anche per quanto riguarda gli abusi edilizi.
faber beach ostia
Una decina di dipendenti del Faber Beach sono andati a protestare questa mattina sotto la sede del X Municipio contro il sequestro. Secondo quanto riferito uno di loro è entrato nel palazzo incatenandosi davanti all’ufficio del direttore del X Municipio. “Ho deciso di incatenarmi davanti all’ufficio del direttore Esposito – ha detto Roberto Bocchini dipendente del Faber Beach ed ex gestore della spiaggia libera Amanusa – per parlare con lei, perché mi sento perseguitato. Questa è campagna elettorale. I carabinieri mi hanno poi convinto a desistere nella protesta e sono uscito con la promessa della segreteria di un incontro con il direttore per lunedì prossimo”.