Opinioni

Le Sentinelle in Piedi e la lobby gay

Repubblica oggi affonda il titolo sulle Sentinelle in piedi e sulla lobby gay che vuole – yawn – distruggere ‘a famigghia.

sentinelle in piedi lobby gay
Il titolo di Repubblica per il servizio di Jenner Meletti sulle Sentinelle in piedi

Le lobby gay – yawn – le caccia fuori un certo Roberto Buffi da Rovereto:

«Io sono cattolico — dice Roberto Buffi, il coordinatore di Rovereto — come quasi tutti gli italiani ma non praticante. Noi non siamo contro nessuno. Difendiamo però qualcosa: la famiglia. Ho un figlio e spero che cresca secondo le sue naturali inclinazioni. L’unione civile secondo il modello tedesco mi va bene. Ma i diritti degli omosessuali non debbono negare i diritti degli altri. Per questo non accetto che a insegnare l’educazione sessuale nelle scuole siano i rappresentanti delle lobby gay e lesbiche. Noi difendiamo la tradizione e c’è invece chi dice che la sessualità è una scelta, come fosse un’opinione. Papà e mamma per loro non esistono più, ci sono soltanto il genitore 1 e il genitore 2. Se diciamo queste cose potremmo — con un ddl Scalfarotto diventato legge — pagarne serie conseguenze.Ma noi, sia pure in silenzio, ci appelliamo all’articolo 21 della Costituzione: “Tutti hanno il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”».

Leggi sull’argomento: Le sentinelle in piedi. Per la rivoluzione venite già mangiati