Attualità

Lo scoppio alla raffineria ENI di Sannazzaro de’ Burgondi in provincia di Pavia

sannazzaro de' burgondi raffineria eni 1

Uno scoppio intorno alle 6,35 è stato avvertito dagli abitanti di Sannazzaro de’ Burgondi in provincia di Pavia, proveniente dalla raffineria ENI. Il Comune fa sapere che è stato attivato l’allarme interno ENI e “ora sta rientrando: per adesso nessun ferito, tutto sotto controllo”.

sannazzaro de' burgondi raffineria eni

Lo scoppio alla raffineria ENI di Sannazzaro de’ Burgondi

L’esplosione di questa mattina si è verificata all’interno della raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi, in un impianto che era fermo per un intervento di manutenzione programmata. Si sono sviluppati fumo e fiamme e sono state attivate le procedure di emergenza con l’intervento delle squadre interne di vigili del fuoco, supportate anche da una partenza del comando provinciale. La situazione è sotto controllo e non risultano feriti. Telepavia pubblica su Facebook uno scatto del fumo proveniente dalla raffineria e fa sapere che il forte boato è stato avvertito anche ad una decina di chilometri di distanza nei paesi limitrofi. Sul posto le squadre interne anti incendio vigili del fuoco, forze di polizia e tecnici dell’Ats per iniziare il monitoraggio dell’aria.

Sempre Telepavia fa sapere che l’onda d’urto sprigionata dallo scoppio ha dato saltare alcuni vetri di abitazione. In particolare è andata in frantumi la grande vetrina della reception dell’albergo Garibaldi di via Cavour. Nessun danno fisico al titolare che prestava lavoro alle spalle del vetro frantumato.

EDIT ore 9,29: L’esplosione alla raffineria di Sannazzaro de’ Burgondi è stata “limitata solo a una parte di una linea dell’impianto di gassificazione. L’evento non ha avuto alcuna conseguenza per le persone impiegate negli impianti e ha generato una certa fumosità che si è esaurita nell’arco di dieci minuti. Non si è verificato alcun incendio”. E’ quanto precisa Eni, spiegando che “verificate le condizioni di sicurezza, l’allarme è cessato dopo circa un’ora. Sono in corso le valutazioni per quantificare i danni. La raffineria è in esercizio regolare”.

Raffineria ENI Sannazzaro, l’incendio del 2016

Nel 2016 si era verificato un incendio nella stessa raffineria che portò alla chiusura delle strade e al monitoraggio della situazione da parte della protezione civile. Secondo quanto riferito da testimoni, si era generata una “palla di fuoco” alta decine di metri. Questo è un video dell’incendio del 2016.

Leggi anche: Cosa c’è nell’ordinanza sugli ultras della Juventus arrestati