Economia

Dopo Salvini il governo si impegna per gli straordinari della polizia

straordinari polizia salvini

Dopo la denuncia dei sindacati sulle “dimenticanze” di Salvini riguardo gli straordinari delle forze dell’ordine, il governo Conte si impegna a cambiare passo. Ieri il presidente del Consiglio ha convocato un tavolo, intorno al quale ha messo i ministri dell’Interno Lamorgese, della Difesa Guerini, della Giustizia Bonafede e dell’Economia Gualtieri, e ha assicurato, per quel che riguarda i correttivi del riordino, il rispetto della scadenza della delega (30 settembre) e soprattutto l’opportunità di individuare ulteriori risorse per completare definitamente la manovra nei termini di legge previsti dalla delega stessa, non oltre il 31 dicembre 2019. Spiega il Messaggero:

Nessuno lo ha nominato ufficialmente, ma è sembrato chiaro a tutti, che la riunione convocata a Palazzo Chigi volesse essere una risposta agli impegni non mantenuti dall’ex ministro Matteo Salvini che aveva garantito, quantomeno alla polizia, che avrebbe trovato i fondi per pagare gli straordinari e che, invece, nulla è riuscito a fare.

straordinari polizia
Le retribuzioni della polizia (Il Messaggero, 21 settembre 2019)

La questione, infatti, è parecchio complicata da risolvere perché la cifra è grossa: i governi Renzi-Gentiloni avevano stanziato per l’intero riordino del comparto un miliardo che oggi si è ridotto drasticamente a poco più di 110 milioni (23 circa per la polizia). I sindacati hanno più volte fatto sentire la loro voce in proposito, e anche il capo della polizia Franco Gabrielli è intervenuto di recente sull’argomento.

Leggi anche: Salvini avrà ancora la scorta (di poliziotti arrabbiati per gli straordinari che non arrivano)